Lei non rappresenta l’America. Nessuno vuole riconoscersi in lei   Tonya ha il volto di bambola e una sorte malvagia. Camminare per mano a una madre crudele. Il primo incontro della sua vita è di quelli che segnano. Il secondo non è molto migliore. Un padre cacciatore le insegna a sventrare i conigli, sparando loro in mezzo agli occhi per poter poi scuoiare il disgraziato animaletto, ricavandone una pelliccia perfetta. I genitori non si amano ma a Tonya tocca il terzo dramma, un fidanzato – poi marito – tanto manesco quanto ignorante, che si accompagna a un figuro suo pari. […]