Donne che non amano. E non si amano. Insoddisfazione e alienazione declinate al femminile in un universo psicologico in cui follia e desiderio di affermazione si accavallano con la depressione di un’esistenza vuota e un presente provvisorio. Stay still, opera prima di Elisa Mishto, è uno sguardo in rosa all’interno e al di fuori di due creature opposte, soltanto a uno sguardo superficiale. Julie e Agnes, due modi di essere se stesse, sulla soglia di un confine. Accettare le regole di un mondo solo apparentemente esterno, disposto a offrire loro comprensione. Julie, la piromane malata di mente, ereditiera di un fortuna per […]