La vetrina dell’home cinema: “L’uomo invisibile” ha saltato le sale

Un braccio a cingere la vita di lei. Una notte di sonno tiepido mentre l’oceano non sonnecchia affatto. La donna si sveglia e prepara la fuga di soppiatto ma commette un errore che forse non appartiene al personaggio ma al copione. Slaccia inutilmente il collare al cane, prima di scavalcare il muro di cinta e attendere il sopraggiungere dell’auto guidata dalla sorella, alla quale aveva dato appuntamento per la fuga. Il compagno, svegliato dall’allarme collegato all’incolpevole Zeus, parte all’improvviso e si catapulta in mezzo alla strada per impedire con violenza l’eclissarsi di quella figura che fino a poco prima dormiva […]

  

“Buio”, il primo film post covid trasloca dallo streaming al cinema

-La mamma era buona, perché Dio l’ha ripresa? -Qualche volta sbaglia anche Dio.     L’apocalisse, fuori, è finta. Come l’amore, dentro. Un padre tenero e burbero. Violento nei gesti e orco nelle intenzioni. Premuroso e bigotto, più che religioso. L’eruzione solare che ha distrutto l’umanità è una notizia falsa. Non ci sono cadaveri disseminati sulle strade. Nè si combatte per procacciarsi il cibo. Le radiazioni sono frutto di una fantasia malata. E non solo psicologicamente. Il pericolo, venduto o imposto, è uno strumento di fine tortura mentale e fisica e un uomo ne usa e abusa per tenere segregate […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>