La vita di un giovane intelligente e sensibile vale più di una presunta dignità religiosa.   Fiona Maye è un giudice di responsabilità ma anche di cuore, a dispetto della sua indole fredda, riservata e granitica. Le decisioni sono il suo mestiere. Non deroga. Lo esercita anche in famiglia. È un bunker inattaccabile perfino da quel marito che dopo molti anni di matrimonio ha “perso” la moglie, ritrovandola come una semplice convivente. Chiede di riavere la donna che ha sposato ma si accorge che forse è morta per sempre con il progredire dei suoi incarichi. La cause pendenti in tribunale, […]