Esce il nuovo cd di Mina, che si intitola Todavia ed è interamente cantato in spagnolo. Sarà naturalmente uno dei dischi più venduti di questa fine anno, anche perché la scaletta è notevole e molti dei brani, tipo Agua y sal, sono già molto conosciuti. Mina ha deciso di prendere quattordici sue canzoni (quasi tutte degli ultimi 15 anni, tranne una che è del ’72 e due inediti) e di reinterpretarle in spagnolo, che dopo l’italiano è la lingua nella quale ha cantato più volte. D’accordo, lei può fare quello che vuole. D’accordo, anche in spagnolo un brano come Questione di feeling è irresistibile. Però in tutti i bei dischi c’è sempre almeno una nota imprevista, il particolare spiazzante. In questo caso è Xavier Zanetti, il capitano argentino dell’Inter, che nella nuova versione di ‘Parole parole’, prende il posto di Alberto Lupo. Non fosse Mina, si potrebbe pensare a una mossa furbetta per accaparrarsi un po’ di nuovo pubblico. Oppure a una sconsolante caduta di gusto. E invece no. E’ il suo modo per evitare di rimanere troppo ancorata al passato e di farsi ricoprire dalle sue polveri. La maggior parte dei suoi colleghi non avrebbe mai avuto il coraggio di andare a toccare un duetto celebre e immortale come quello di Parole parole. Lo avrebbe lasciato lì com’era. Ricantandolo, Mina lo spolvera. Ricantandolo con un calciatore, lo dissacra. Traducendolo in spagnolo, dimostra che quella canzone è comunque straordinaria. Brava, anzi no: coraggiosa e ditemi voi quanto coraggio si vede in giro oggi.[photopress:BAU_DRITTO_1_2_3.jpg,full,pp_image]