[photopress:PattiSmith03.jpg,full,pp_image] E dire che è stata anche una bella conferenza stampa con lei che si è persino messa a cantare ‘Because the night’ accompagnandosi con la chitarre. Patti Smith è al Festival di Berlino per presentare “Patti Smith: Dream of life” diretto dal geniale Steven Sebrings, un documentario sulla sua vita e sulla carriera musicale che, come sapete, hanno avuto gli stessi principi, le stesse regole, la stessa ispirazione. Patti Smith è un tipo libero, addirittura troppo. Perciò immaginatevi la faccia dei giornalistoni di cinema che erano seduti in platea, tutti azzimati, tutti compresi, tutti impegnati a distinguere le tracce di un capolavoro dietro ogni nefandezza stilistica. Ve li siete immaginati?? Ecco. Adesso pensate alle loro facce quando Patti Smith, parlando del più e del meno, conservando amabilmente sui destini del mondo, si è lasciata scappare un ruttino. Gelo in platea. Poi risate imbarazzate. D’altronde era accaduto anche in Italia, quando Patti era stata ospite in tv da Celentano. Ma lì si era limitata a uno sputo per terra. Noblesse oblige.