Il rock ha voglia di suonare insieme

Sento aria nuova nel rock. Meno competizioni, più collaborazioni. La gigantesca macchina promozionale che ha fatto ammalare di elefantiasi la musica leggera è ormai al capolinea. Quindi sono pressoché deserti i due binari sui quali è andata avanti: le contrapposizioni (da Beatles e Rolling Stones in avanti) e l’isolamento divistico (non scendo a patti con nessun altro perché abbasso il mio livello). Fine della manfrina. E, complice anche la mancanza di grandi investimenti, il rock ritorna alle radici, ossia agli incroci tra musicisti, ai dischi nati per divertirsi, ai concerti suonati all’improvviso. Ci ho pensato quando Eddie Vedder dei Pearl […]

  

L’irresistibile cazzeggio di Noel

A Noel Gallagher non riesce proprio di rimanere serio. Anzi sì: gli riesce. Ma al massimo per due secondi consecutivi. Due secondi è il suo tempo limite per articolare un ragionamento che non sia primitivo. Certo, parla anche più a lungo, talvolta dà risposte che durano addirittura trenta secondi, talvolta persino quaranta. Ma sono cazzeggi. Tipo quando qualcuno, qui a Milano, gli ha fatto notare che, nel suo primo disco da solista, John Lennon cantò qualcosa del tipo “odio i Beatles”. Il riferimento era chiaro: anche tu, caro Noel, provi lo stesso sentimento ora che hai iniziato la carriera da […]

  

Avanti prego, ecco l’insultopoli del rock

Loro no. In Italia le popstar stanno buone buone (in pubblico) e guai a chi parla male dei colleghi, a parte Vasco che ha appena detto la sua su Ligabue. Noi insomma siamo educati. Ma all’estero, specialmente nel ramo anglosassone, non si bada a spese. Insulto gratis. Tutti contro tutti. C’è chi ride, chi s’arrabbia e poi ciao, si riparte da zero. L’ultimo della lista è Lil’ Wayne, rapper da milioni di copie, già incarcerato per porto abusivo di arma da fuoco e comunque incarcerabile ogni giorno per turpiloquio, un piccolino sgangherato neanche trentenne che sull’onda del «dissing» (la scrittura […]

  

A Liam i Coldplay fanno schifo

Non c’è che dire: Liam Gallagher è un tipo rock. Ma rock sul serio. Tanti lo hanno adorato quando i suoi Oasis sono esplosi lanciando il britpop (ma che pop scusate??). Adesso però lo snobbano solo perché è ricco e famoso, si gode la vita e forse dice ancor più scemenze di quante ne dicesse agli esordi. Però è rock. Ieri l’ho incontrato negli uffici della Live Nation ed è stato molto più convincente di qualsiasi Pete Doherty, totalmente professionale, decisamente all’altezza. Qui di seguito pubblico il pezzo che ho scritto per il Giornale. Ma prima voglio dire che Different […]

  

La forza dei Verdena è la debolezza degli altri

Toc toc, avanti prego: i Verdena sono tornati a bruciapelo, eccoli al secondo posto in classifica e in una settimana hanno venduto più copie di Zucchero e Negramaro (peraltro usciti da un po’). Una sorpresa, direte. Macché. Allora sono scesi a compromessi e il loro nuovo cd Wow è una litania di singoletti radiofonici? Ma figurarsi: è un doppio album di rock tosto, chiamatelo alternativo se volete, comunque zeppo di influenze poco decifrabili dall’orecchio medio come King Crimson o Motorpsycho. E le radio lo passano a malapena. E allora? Semplice, Wow è il gran disco di una band che in […]

  

Patty Pravo dà i numeri

[photopress:10.JPG,full,alignleft]L’altro giorno sono rimasto a bocca aperta leggendo un’intervista di Patty Pravo all’Espresso. Tra tante altre cose (del tipo che lei prevede la Terza Guerra Mondiale e manda a stendere brutalmente la comunità gay, roba che se l’avesse fatto per dire Van de Sfroos sarebbe stato fucilato sul posto) ha sparato una cifra realmente campata per aria: “Io solo con la Bambola ho venduto ducento milioni di copie”. Duecento milioni. Dunque, la Bambola è uno dei suoi brani più famosi: lo lanciò nel 1968, fu tradotto e cantato in tanti altri paesi. Di sicuro, ha venduto tanto, milioni di copie […]

  

Il Blog di Paolo Giordano © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>