Intellettualmente e moralmente inferiori

Copernico e Galileo sono considerati geni indiscussi. Se oggi qualcuno affermasse che la Terra è rotonda e ruota intorno al Sole nessuno gli darebbe retta perché direbbe un’ovvietà. Nella loro epoca però c’erano persone che consideravano questa banale verità una falsità, un’eresia da punire. Oggi come li considerate? Ignoranti, intellettualmente inferiori, bigotti incapaci di accettare la realtà. Eppure avevano il potere e lo avevano ottenuto, oltre che con la violenza, facendo credere al resto del popolo di essere gli unici a conoscere la verità, di essere intellettualmente superiori. E il popolo ci credeva, si sentiva in difetto, li ascoltava, ne […]

  

Zuccaro, arrestali invece di parlarne.

Guarda caso solo oggi al CSM viene il dubbio che un PM non possa parlare delle indagini in corso. È dal 1992 che qualcuno lo ripete invano, ma evidentemente di certe indagini si può parlare, di altre no. Se, quindi, in linea di principio concordo che Zuccaro non avrebbe dovuto parlare delle indagini in corso sulle ONG che trasportano in Italia i clandestini, oggi mi permetto di consigliare a questo volenteroso procuratore di fare qualcosa di molto più efficace e mediaticamente dirompente: arrestali e confiscagli le navi. Non serve volare tanto alto, cercare prove tramite i servizi segreti stranieri di […]

  

I turchi all’estero divisi tra nazionalismo e patriottismo

Osservavo i dati del voto dei turchi residenti all’estero per il referendum costituzionale, che sancisce la dittatura islamista di Erdogan, e mi è apparso numericamente davanti il fallimento del nazionalismo camuffato sotto le mentite spoglie del buonismo. Basta osservare la Francia e la Germania, per non parlare di Belgio e Olanda, con percentuali di Sì che vanno dal 63% a quasi il 75% per comprendere che l’integrazione è fallita proprio in quei Paesi dove è più forte lo spirito nazionalistico, che la sinistra radical chic per lavarsi la coscienza ha voluto trasformare in becero buonismo dell’accoglienza. Chi sono i veri […]

  

Condannata a morte da Facebook

Sono stata condannata alla morte sociale da Facebook. Così, da un momento all’altro, senza preavviso né contraddittorio, diritto di difesa o appello. In un attimo il mio profilo è stato disabilitato, mi sono stati cancellati 9 anni di storia, migliaia di ricordi, foto, commenti, discussioni, condivisioni, mi piace. Tutto sparito, inaccessibile. Ho perso i contatti con oltre 3.500 amici e conoscenti per i quali non esisto più, non vedono più nulla di me, non sanno cosa sia successo, possono persino pensare che io li abbia bloccati. È una sensazione stranissima che mi ha fatto riflettere molto sulla nuova epoca della […]

  

Virginia non può essere vergine

Il Movimento 5 manette nasce 25 anni fa, è la diretta conseguenza del golpe che dal 1992 ha voluto sostituire la politica con il giustizialismo grazie alla complicità dei gazzettini delle procure. Non ha nessun’altra ragione di esistere, è formato da incapaci privi di esperienza, con poche idee, ma confuse e con un unico slogan: onestà. E che vuol dire onestà in un Paese che ha perso il buon senso in nome di un moralismo fine a se stesso? Che devi essere più vergine di una vestale, non essere neppure sfiorata da un dubbio, seppur interessato, avere una condotta più […]

  

L’egoismo fa bene tutti

Sono fiera di informarvi che è in edicola con il Giornale, fino all’8 febbraio, il mio pamphlet “L’egoismo fa bene a tutti”. Vi anticipo la prefazione. “Ho sempre visto l’egoismo come una caratteristica insita in ogni essere umano, perché espressione dell’istinto di sopravvivenza comune a tutte le specie. La cultura millenaria inculcata, però, mi portava a considerarlo un difetto congenito che cerchiamo invano di sconfiggere. La prima idea di uno studio ormai decennale sull’argomento (cfr. In difesa dell’egoismo, Rubbettino 2014) nasce, quindi, dalla constatazione dell’inefficacia di tutte le utopie che lo contrastano e tentano di costringerci a ideali irrealizzabili di […]

  

La responsabilità di tutti e di nessuno

Di fronte a una tragedia come quella di Rigopiano subito sorge spontanea la caccia al colpevole. Calma! Non fatevi fregare dalla rabbia e provate a ragionare sulle reali responsabilità, il cui senso ormai si è perso da troppo tempo in Italia. Partiamo dalla fonte, la Natura. Ci ha sempre ucciso e sempre ci ucciderà. Se abbiamo inventato la collaborazione per ridurre il rischio e aiutarci nell’emergenza è solo per intelligenza e istinto di sopravvivenza. Se abbiamo affidato allo Stato la gestione di questa collaborazione è per egoismo sociale. Se lo Stato non è in grado di farlo, quello Stato viola […]

  

Carpe diem. Assemblea costituente subito.

È il momento perfetto, bisogna cogliere l’attimo e fare subito un’assemblea costituente. Gli italiani non sono mai stati così pronti e così consapevoli della necessità di riformarla davvero questa Costituzione obsoleta e castrante. Se questo referendum ha avuto un solo merito è stato proprio quello di aprire un dibattito su un impianto costituzionale che ormai non funziona più e che è stato la causa della maggior parte dei problemi italiani. I sostenitori del Sì si accontentavano di una riforma purchessia anche se per lo più ammettevano che non fosse buona e adatta allo scopo. I sostenitori del No sapevano che […]

  

Le ragioni del mio No

Lo so che non ne potete più, che ne avete sentite talmente tante da avere la nausea, ma non vi parlerò di mandare a casa Renzi, non vi parlerò del rischio che vinca Grillo, non vi parlerò di spread, non vi parlerò di accozzaglie per il Sì o per il No, ma vi parlerò di una nuova Costituzione con cui potremmo dover combattere per decenni e pentircene, vi parlerò di democrazia, di tasse, di debito pubblico, di libertà. Ero tentata di non condividerle visto il bombardamento mediatico da una parte e dall’altra, finché ho notato che le ragioni che a […]

  

Ma fatela finita con queste giornate dell’ipocrisia

Non se ne può più di questa retorica alla giornata con cui i soliti ipocriti pensano di lavarsi la coscienza infiocchettando frasi fatte. Festeggerò la giornata contro la violenza sulle donne quando gli stessi ipocriti che la promuovono smetteranno di considerare il velo una libera scelta culturale. Proprio perché è la cultura il terreno di coltura della violenza. Le culture non sono affatto tutte uguali e soprattutto non sono tutte libere, anzi in realtà nessuna lo è proprio perché condiziona, volenti o nolenti, le nostre scelte. E la violenza, per definizione, è una coercizione della libertà. Una violenza psichica che […]

  

Il blog di Barbara Di © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>