Politici irresponsabili e cittadini viziati

Fate attenzione perché vogliono fregarvi di nuovo e farvi credere che la richiesta di autonomia di Lombardia e Veneto sia una guerra tra impoveriti di nord e sud, ricchi egocentrici che non vogliono aiutare chi ne ha bisogno. Anziché capire che si tratta dell’ultimo grido disperato di chi non riesce più a reggere la baracca, ricomincia il lavaggio del cervello tipico del socialismo irresponsabile. Con la scusa di fare il bene del prossimo sfruttano gli egocentrismi dei singoli, rinnegano l’egoismo sociale in un’assurda lotta di classe che contrasta con il fondamento della società. Le classi sociali, non dovrebbero affatto combattersi, […]

  

L’egoismo sociale della Catalogna

Quanto sta avvenendo in Catalogna in vista del referendum per l’indipendenza è molto significativo per comprendere il funzionamento dell’egoismo sociale e le conseguenze della violazione del suo principio base. Se i governanti di tutti i livelli di potere coinvolti, dai catalani, agli spagnoli fino agli europei, imparassero ad apprezzare gli egoismi umani ed il loro indispensabile contributo all’evoluzione ed al benessere di ogni società, comprenderebbero finalmente quali meccanismi governano ogni sfera sociale da che esiste l’umanità e riuscirebbero meglio a gestire una situazione che rischia di essere ogni giorno più esplosiva. L’egoismo sociale, infatti, è il prodotto più geniale e […]

  

I turchi all’estero divisi tra nazionalismo e patriottismo

Osservavo i dati del voto dei turchi residenti all’estero per il referendum costituzionale, che sancisce la dittatura islamista di Erdogan, e mi è apparso numericamente davanti il fallimento del nazionalismo camuffato sotto le mentite spoglie del buonismo. Basta osservare la Francia e la Germania, per non parlare di Belgio e Olanda, con percentuali di Sì che vanno dal 63% a quasi il 75% per comprendere che l’integrazione è fallita proprio in quei Paesi dove è più forte lo spirito nazionalistico, che la sinistra radical chic per lavarsi la coscienza ha voluto trasformare in becero buonismo dell’accoglienza. Chi sono i veri […]

  

Carpe diem. Assemblea costituente subito.

È il momento perfetto, bisogna cogliere l’attimo e fare subito un’assemblea costituente. Gli italiani non sono mai stati così pronti e così consapevoli della necessità di riformarla davvero questa Costituzione obsoleta e castrante. Se questo referendum ha avuto un solo merito è stato proprio quello di aprire un dibattito su un impianto costituzionale che ormai non funziona più e che è stato la causa della maggior parte dei problemi italiani. I sostenitori del Sì si accontentavano di una riforma purchessia anche se per lo più ammettevano che non fosse buona e adatta allo scopo. I sostenitori del No sapevano che […]

  

Le ragioni del mio No

Lo so che non ne potete più, che ne avete sentite talmente tante da avere la nausea, ma non vi parlerò di mandare a casa Renzi, non vi parlerò del rischio che vinca Grillo, non vi parlerò di spread, non vi parlerò di accozzaglie per il Sì o per il No, ma vi parlerò di una nuova Costituzione con cui potremmo dover combattere per decenni e pentircene, vi parlerò di democrazia, di tasse, di debito pubblico, di libertà. Ero tentata di non condividerle visto il bombardamento mediatico da una parte e dall’altra, finché ho notato che le ragioni che a […]

  

Vi propongo un affarone

Volete diventare soci di una società innovativa? Fidatevi, è un affare imperdibile che non vi si ripresenterà. Vi spiego come funziona. Voi acquistate una quota della società, ma è solo simbolica, pochi spiccioli da cui vi prometto ricaverete grandi utili. Non avrete da preoccuparvi di nulla perché penserà a tutto il Consiglio d’Amministrazione, di cui io sarò Presidente, che deciderà come investire i vostri soldi nel vostro interesse per farli fruttare al meglio. Abbiamo in mente grandi opere che non solo vi porteranno un enorme ritorno economico, ma vi miglioreranno anche la vita. Non vi annoieremo così con inutili assemblee […]

  

La lettera agli italiani all’estero pagata dal Governo? Se 3 indizi fanno una prova.

Aut. SMA: GIPA/CN/ER/0002/2013, la chiave per scoprire la verità su chi ha pagato la spedizione della famigerata lettera a favore del Sì ai 4 milioni di italiani residenti all’estero è tutta in questo codice. È stato calcolato che i costi si dovrebbero aggirare trai 4 ai 14 milioni di euretti, che non sono bruscolini, soprattutto se chi li ha pagati non poteva utilizzarli per scopi personali di propaganda politica di parte. Osservando la foto della lettera inviata a Gerusalemme, e tralasciando la gravità di aver scritto Palestina su cui ogni commento è superfluo, mi è saltato all’occhio quel codice. Cosa […]

  

La dignità delle zecche

Dignità è la parola più utilizzata oggi per commentare il no greco all’Europa. Sì, bravi, moto d’orgoglio, al diavolo i diktat della Troika, dagli alle banche, libertà, democrazia e avanti di populismo a fiumi. Quanto sono dignitosi questi greci che hanno votato no alle garanzie richieste dai creditori per continuare ad essere credibili e ricevere ulteriori soldi a scrocco. Tanto dignitosi quanto un imprenditore che entra in un consorzio Confidi, paga una quota minima, falsifica i bilanci, grazie alle garanzie degli altri consorziati ottiene prestiti a ottime condizioni, poi spende tutto in peripatetiche e ouzo e quando arriva il momento […]

  

Il blog di Barbara Di © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>