s6

Insomma ci siamo: il test è finito. Così come la convivenza con il Galaxy S6 Edge avuto da Samsung per un test. In pratica dopo averlo visto in anteprima, alla presentazione, al lancio in Italia e dopo averlo avuto in tasca per un mesetto si possono fare delle considerazioni finali. Ad uso e consumo di chi sta ancora pensando se comprarlo o meno.
LA PAGELLA. Non c’è dubbio che per Samsung questo sia un passo avanti notevole. Si è detto dei materiali, vetro e alluminio al posto della plastica, si è detto dei due modelli, il più classico e – appunto . l’Edge. Quest’ultimo, diciamolo, fa davvero figo (voto 9 per il design) con quelle curve uniche e sinuose: in pratica è adatto a chi vuol sentirsi alla moda anche con un telefono o fare colpo, probabilmente anche con una donna. L’Edge, in effetti, sembra infatti uno smartphone più maschile che femminile, anche se non c’è scritto da nessuna parte. Promossa anche la leggerezza del device (voto 7), finanche un po’ esagerata perché poi si finisce magari per non ricordarsi più dove lo si è messo (capita, davvero) e assolutamente da lodare (voto 10) il fatto di aver scelto di togliere tutto quanto di inutile è stato inserito nell’interfaccia Galaxy dei precedenti modelli. La semplicità è un dono da conservare, chi si vuole complicare la vita con applicazioni in più è libero di farlo (quindi voto 8 alle impostazioni con cui l’Edge esce dalla scatola). Carina l’idea di associare i contatti preferiti ai colori (voto 8), un po’ meno il fatto di aver depotenziato alla fine la curva dello schermo ( voto 9 per il design, voto 5 per le funzioni). In pratica il dover strofinare il lato per veder apparire il meteo, le notizie (poche e a volte un po’  datate) e qualche informazione superflua, non dà il senso di dover spendere oltre 100 euro in più rispetto al modello S6 (voto 8, con nota di demerito per alcuni particolari che ricordano – eufemismo – l’iPhone 6, voto 4). L’innovazione lanciata con il Note è dunque un po’ da rielaborare. Per il resto però stiamo parlando di un top-top di gamma, con una velocità di esecuzione davvero superiore (voto 9.5) e una fotocamera da competizione (voto 9). Belli i colori della gamma (voto 9), ancor meglio le cover (voto 9.5).  Il fatto che non ci sia una batteria rimovibile (personalmente voto 10) non deve scoraggiare i fan di Samsung: si è sentito anche questo, maddai… (voto 2 ai fan). Tutto quanto sopra, alla fine, fa un bel 9. Non è matematico ma assolutamente pratico.
PREZZI. Due i modelli: 889 euro per il 32 Gb e 999 per il 64. Il 128 forse arriverà come modello superlusso.
CONSIGLIATO A… Chi preferisce Android e vuole avere una Ferrari in tasca.

Tag: , , , ,