apple quadranteStamattina mio figlio mi dice che non trova più il suo cellulare. La cosa più pratica è chiamarlo con il mio, ma essendo impossibilitato in quel momento a raggiungerlo avrebbe dovuto aspettare. Sapere com’è con i figli: non aspettano. E dunque all’improvviso mi sono ricordato di di avere il Watch al polso: ho attivato i miei contatti preferito e l’ho chiamato da lì. Lui ha ritrovato il telefono, io non mi sono mosso. Ecco, questo è un esempio semplicissimo di cosa si può fare e coi direte: sai che novità. E soprattutto: se devi spendere questi soldi per comprarti un po’ di pigrizia, meglio di no. Però in effetti Apple Watch non nasce per questo: ma questo voleva essere solo un piccolo esempio pratico, che sommato agli altri fanno molta praticità. Abbiamo detto del quadrante: tenendo premuto il dito sullo schermo (con forza, non siate timidi) appaiono le varie configurazioni da personalizzare. Sì, che anche quello con Topolino, soprattutto ci sono un sacco di funzioni riguardo alle informazioni che potete far apparire sullo schermo. Ogni Apple Watch, insomma, non è uguale all’altro. Scorrendo lo schermi verso l’altro appaiono le schermate “SGUARDI” che potete scegliere sulla app dell’iPhone: informazioni generali tipo meteo, borsa, fusi orari, la situazione della vostra attività fisica, il monitoraggio del battito cardiaco, avvisi di Instragram, Facebook o twitter, a seconda dei vostri desideri. Premendo invece la corona ecco apparire le app disponibili in quel bel formato colorato, anche qui personalizzabile. Le app si possono ingrandire con la corona digitale ed ognuna è collegata all’iPhone. per  esempio: aprendo la fotocamera si posso scattare immagini tenendo lo smarphone a distanza e vedendo sul quadrante cosa si sta immortalando. Naturalmente con la funzione per fare i selfie dotata anche di timer a 3 secondi. Oppure si può programmare un allenamento con allarmi che scattano al polso ogni volta raggiunto il traguardo desiderato. E poi: selezionare la musica dall’iPhone, consultare una mappa con i suggerimenti che arrivano al polso con un piccolo toc, chiamare un taxi. Tutto molto semplice. Premendo invece il tasto di accensione si aprono i contatti preferiti: potete sceglierli sempre grazie alla corona, chiamarli in vivavoce, parlare con loro stile walkie-talkie se sono dotati anche loro di Watch, così come mandare disegnini e cuoricini che passano da un orologio all’altro sfumando e apparendo. Insomma divertente e molto cool. Tutto questo senza che la batteria sia ancora scesa sotto il 36 per cento. Alla prossima (e ultima) puntata.

Tag: , , , ,