hyundaiSiccome quando si parla di Hyundai voi pensate subito ai telefonini, sappiate che l’azienda coreana fa anche altro. Molto altro. Per esempio costruisce anche navi, ma soprattutto ora – in collaborazione con Accenture – lancia un nuovo sistema per una “nave connessa” che consentirà agli armatori mediante l’applicazione di tecnologie digitali di gestire al meglio le loro flotte. Riducendo i costi operativi, ma soprattutto consentendo di comandare un’imbarcazione anche da remoto. La rete di sensori di cui saranno dotate le nuove navi darà agli armatori la possibilità di raccogliere una serie di informazioni sulla navigazione, tra cui posizione, condizioni meteorologiche e dati sulle correnti oceaniche, oltre che dati sullo stato delle apparecchiature di bordo e del carico. Attraverso l’analisi in tempo reale dei dati sia nuovi che storici della flotta e l’impiego della tecnologia di visualizzazione dei dati, gli armatori saranno in grado di monitorare in tempo reale lo stato e le condizioni delle imbarcazioni e prendere decisioni che favoriscano l’efficienza operativa delle stesse. Attraverso allarmi e avvisi in tempo reale. Insomma, volendo metterla sull’attualità, niente più casi Schettino: grazie alla tecnologia si potranno anche comandare i comandanti.

Tag: , , , ,