beolab-90-bang-olufsen-form-follows-function-4Nel mezzo di una campagna danese che sembra un deserto Bang&Olufsen lancia il futuro del suono. Avrò modo di approfondire su Style la visita in una delle aziende più famose nel campo dell’audio, intanto però ecco la foto di Beolab 90, ovvero il sistema di speaker  che compongono un sistema innovativo e rappresenta la vera sfida  di un marchio conosciuto in tutto il mondo per la qualità dell’audio e per il design costruito intorno ad esso. Diciamolo: la scommessa è per ora impegnativa, visto che Beolab 90 – che sarà nei negozi (anche a Milano) il 16 novembre, giorno appunto del novantesimo compleanno – costa, soldo più, soldo meno, 70mila euro. Sì, 70mila. Ma alla Bang&Olufsen ci tengono a far sapere che si tratta di una coppia di speaker che correggono la banda delle varie frequenze del suono per far sì che chiunque in una stanza – e in qualsiasi punto della stanza – possa ascoltare l’audio così come è realmente uscito dallo studio di registrazione. Indipendentemente dalle persone presenti nello spazio. Indipendentemente dallo spazio. Davvero impressionante, in quel senso. Ma ancor più impressionante è la cura dei dettagli e l’artigianalità vista a Struer, nella sede di B&O, che vale per un prodotto quasi inaccessibile e per quello che ci possiamo permettere (quasi) tutti. Insomma: aspettando a leggere su Style di novembre il resoconto di una giornata nel suono più suono che c’è, cominciate a sognare.

Tag: , , , ,