Logo_NexiveLogo_tNotice

La tecnologia dovrebbe essere il mezzo per migliorare la vita di tutti noi. Non sempre ci riesce, ma ci sono casi in cui le idee vanno premiate, perché davvero risolutrici di problemi quotidiani. E’ il caso del nuovo servizio annunciato da Nexive, il primo operatore postale privato in Italia che in collaborazione con tNotice (startup innovativa romana premiata con il bollino blu della Presidenza del Consiglio) si appresta a lanciare dal 2 aprile la nuova raccomandata con giacenza digitale. In pratica: avete presente quando trovate in casella il fogliettino che vi avvisa del passaggio del postino in un momento in cui voi siete fuori? Ecco, di solito scatta l’imprecazione all’idea del tempo che perdere ad andare a prenderla nell’ufficio più vicino. Che spesso è anche lontano. Nexive ha posto rimedio a tutto ciò: in assenza del destinatario verrà infatti lasciato un avviso di giacenza indicante sia un luogo fisico per il ritiro, sia un codice pin per accedere alla raccomandata via web. Il destinatario a questo punto potrà autonomamente decidere se scaricare online la propria raccomandata (e in tal caso l’accesso al sito verrà tracciato confermandone la presa in carico, cosa che non è possibile neppure con la posta certificata) oppure se recuperare materialmente la busta presso il luogo di giacenza, come si fa già oggi. “Ogni anno in Italia vengono spedite circa 180 milioni di raccomandate – ha spiegato alla presentazione Luca Palermo, ad Nexive –  e ogni secondo 4 persone fanno la fila ad uno sportello per ritirarne una. Di queste, 54 milioni andranno in giacenza ed oltre la metà di queste, il 60%, non verrà mai ritirato. Abbiamo voluto semplificare la vita a cittadini e imprese intervenendo nel processo di ritiro delle raccomandate, che per la nostra azienda significano corca 13 milioni di pezzi: insieme a tNotice abbiamo sviluppato un servizio a misura di uomo e invece di abbellire gli uffici postali per rendere più confortevole la coda, l’abbiamo proprio eliminata”. Ovviamene con la sicurezza è garantita in tutte le fasi del processo: il codice pin, generato in automatico come per i servizi bancari, può essere utilizzato per un solo ritiro e si blocca al terzo tentativo di errore. La connessione sul web è protetta con crittografia di ultima generazione, l’accesso al sito richiede l’autenticazione tramite username e password o tramite SMS di verifica sul telefonino e l’avvenuto ritiro viene confermato dall’utente tramite l’apposizione di una firma elettronica avanzata, senza necessità di dispositivi extra. La tracciabilità della spedizione in formato elettronico e la consegna con firma elettronica consentono di attribuire al nuovo strumento lo stesso valore legale associato alla tradizionale raccomandata con ricevuta di ritorno. E soprattu è tutto facile, come dev’essere in un mondo hitech.

Tag: , , , ,