20160301_105409IMG_20160303_114626Diciamolo subito: inutile fare raffronti con l’iPhone e tanto meno con altri top di gamma Android, ogni smartphone ha le sue caratteristiche e fare guerre di religione è quantomeno stupido. Si può invece dire che con il Galaxy S7 Samsung ha alzato ancora un po’ di più l’asticella della perfezione, e questo dopo alcuni giorni di prova su strada. Qui sotto riassumerò poi le caratteristiche del telefono e i più e meno rispetto alla precedente versione pubblicati dagli amici di Cellulare Magazine, ma personalmente posso dire alcune cose che spiegano la qualità del device. E soprattutto quelle qui sopra sono un paio di foto fatte con l’S7, tanto per intenderci. E sono pure ridotte di qualità per riuscire a pubblicarle su questo blog. In pratica:

– il lavoro fatto con l’S6 su design e materiali in questo caso è stato ulteriormente migliorato. Il telefono è maneggevole, forse come non mai, nonostante il materiale lucido che potrebbe renderlo una saponetta. Invece sta bene in mano, non sfugge, ed è confortevole.
– Il display è forse il migliore in circolazione: colori e luminosità sono al top e addirittura il rischio è che splenda perfino troppo.
– La velocità è impressionante, sia nell’esecuzione dei programmi che nella navigazione in internet, fino alla resa grafica nei giochi. Avendo una schedina 4G il gioco è fatto.
– la fotocamera finalmente non gioca sui megapixel, che sono passati da 16 a 12, ma su filtri e apertura. Il risultato sono immagini professionali già con la modalità automatica. E, come promesso, scatti luminosi anche al buio. Lo zoom è buono, ma tende come tutti a sgranare un po’ l’immagine. Forse con le funzioni manuali (non sono un esperto di fotografia) si può mettere rimedio. Ma è comunque tanta roba.
– i video in 4K sono qualcosa in più, aiutati dallo stabilizzatore d’immagine. In pratica anche chi fa dell’immagine un uso professionali può tranquillamente utilizzare l’s7 per molti progetti.
– la scelta di ridurre al minimo le applicazioni installate di default è vincente: così come per l’S6 sarà l’utilizzatore a riempire la memoria di ciò che gli serve, eliminando così funzioni inutili ai più.

In definitiva: si tratta di un modello in cui lusso e qualità si mixano alla perfezione. Chi ha un S6 può pensare di stare tranquillo ancora per un po’, anche se su internet (dagli Stockisti) potete già trovare dei pezzi del Galaxy S7 venduti a 120 euro in meno (ovvero 609 invece di 729). Chi ha un modello più vecchio invece faccia uno sforzo e non se ne pentirà. O magari attenda la recensione dell’S7 Edge per decidere se fare un’ulteriore passo avanti.

  • LE CARATTERISTICHE
    DIMENSIONI: 142,4 x 69,6 x 7,9 mm
    PESO: 152 g
    BATTERIA: 3000 mAh
    DISPLAY: 5,1 pollici Amoled
    SCHERMO: 2560 x 1440 pixel (576 ppi)
    FOTOCAMERA FRONTALE: 5 megapixel
    FOTOCAMERA POSTERIORE: 12 megapixel
    VERSIONE: 6.0 – Marshmallow
    RAM: 4 Gb
    MEMORIA INTERNA: 32 Gb espandibile di altri 200 con Micro Sd
    CHIPSET: Samsung Exynos 8890
    CORE: 8
  • PRO E CONTRO DI CELLULARE MAGAZINE
    Lista dei cambiamenti principali

    • Nuovo processore Exynos 8890 costruito con processo produttivo a 14 nm
    • Ram, si passa da 3 a 4 GB
    • Nuova fotocamera da 12 Megapixel con tecnologia Dual Pixel e apertura focale f/1.7
    • Inserito il vano per la Micro-SD
    • Batteria da 3.000 mAh (prima era 2.550 mAh)
    • Certificazione IP68 (resistenza alla polvere e all’immersione in acqua)
    • Supporto ai download fino a 450 Mbps
    • Android 6.0 Marshmallow installato di default con API Vulkan

    Aspetti peggiorati o negativi

    • Leggermente aumentate le dimensioni: si è passati da 143.4 x 70.5 x 6.8 mm a 142.4 x 69.6 x 7.9 mm
    • Il peso è aumentato da 138 grammi a 152 grammi
    • Batteria non removibile
    • In Italia non arriverà la versione Dual-SIM
Tag: , , , ,