Samsung-11-1024x683Metti allo stesso tavolo Carlo Barlocco e Carlo Purassanta – ovvero i numeri uno in Italia di Samsung e Microsoft – e capisci che se non si tratta di un’accordo storico di sicuro è il primo passo di una collaborazione che cambierà il mercato. In realtà le due aziende lavorano insieme già da anni, però in questo caso si tratta di un lancio di un prodotto nuovo sulla scia di una tendenza che pure i concorrenti di Apple stanno seguendo, viste le ultime versioni dell’iPad Pro. In pratica: il 2-in-1 è la nuova richiesta per chi vive e lavora con lo stesso device, “e i numeri – spiega Barlocco – sono in costante crescita: parliamo ormai del 60 per cento degli acquisti. Noi di Samsung siamo sempre stati pionieri nel credere in nuovi prodotti e anche in questo caso vediamo che stiamo avendo ragione”. Per questo dunque entra in campo la partnership con Microsoft, perché come spiega Purassanta “la nostra azienda è sempre più un fornitore di servizi e l’accordo con un brand forte e autorevole come Samsung è per me un sogno che si realizza: possiamo portare la nostra competenza al servizio del consumatore con un raggio d’azione ancor più ampio”.

Insomma: dal sodalizio (per quanto riguarda l’Italia s’intende, ma ovvio che si parla di tutto il mondo) di Carlo&Carlo, ecco il nuovo Galaxy TabPro S, il 2-in-1 che combina la tecnologia Samsung con il sistema operativo Microsoft Windows 10. Uno strumento davvero versatile con schermo 12 pollici Super Amoled e una cover tastiera sottile sottile. Ha  uno spessore di 6,3 millimetri e un peso di soli 693 grammi, ha uno  schermo in due posizioni per una migliore visualizzazione dei contenuti e il connettore Pogo che elimina la necessità di collegamento o la ricarica separata della batteria della tastiera. Galaxy TabPro S in versione LTE, supporta la connettività LTE Cat 6, tra le più avanzate e veloci del mercato e Windows 10 Pro . La batteria si carica completamente in sole 2.5 ore e offre fino a 10.5 ore di autonomia dichiarate secondo test interni effettuati da Samsung. Il processore è un Intel Core M, la memoria SSD da 128GB, c’è una porta Usb di serie con la possibilità, grazie a  un adattatore acquistabile separatamente, di aumentare gli ingressi con porte HDMI e USB tipo A e C. Disponibile anche il pennino Bluetooth, sempre con acquisto separato. C’è inoltre anche la fotocamera, da 5 mpx sia davanti che sul retro. Domanda: a chi è rivolto? Samsung e Microsoft stanno avvicinando aziende e università per far capire l’importanza di un prodotto del genere, capace di soddisfare i momenti professionali così come quelli più consumer. Certo, il prezzo non è certo avvicinabile da tutti, ma l’impressione è che il lancio del Tab Pro S sia un modo per presidiare la fascia alta del mercato, per ora in mano solo alla concorrenza. E, in considerazione del fatto che in molte aziende si viaggia ancora a Windows, l’obbiettivo è quello di far capire al Sistema Italia che aggiornarsi all’ultima versione del sistema operativo – invece di restare ancorati ancora a vecchi pc dotati di Xp o Windows 7 – può essere un investimento che si trasforma in soldoni di utile. Concetto ancora purtroppo difficile nell’era dell’ipertecnologia.

Samsung Galaxy TabPro S è disponibile in versione Wi-fi al prezzo suggerito al pubblico di 1.099 euro. La versione LTE sarà invece disponibile per il mercato B2B/B2B2C e Operatori al prezzo suggerito di 1299 euro. Acquistando fino al 30 giugno, Samsung permette di supervalutare fino a 300€ (250€ se si acquista TabPro S WIFI) il proprio notebook, netbook o tablet usato (consultare www.samsungvalue.it). Infine, sempre chi registrerà l’acquisto sulla piattaforma Samsung People  entro il 10 luglio, avrà la possibilità di ricevere un codice per l’attivazione di 12 mesi di Office 365 (consultare www.samsungpeople.it).

Tag: , , , ,