panasonicbisUn giorno il futurologo Mathias Horx fece una domanda alle persone che aveva davanti (me compreso): “Sapete quali solo le aziende che fanno più utili nell’era digitale?”. Risposta (sua): le aziende che producono stampanti. Stupore. in realtà la spiegazione di Horx è molto semplice: “L’uomo ha bisogno di possesso e tenere un pezzo di carta in mano aumenta l’attenzione alla lettura”. Questo per dire che tutti noi abbiamo bisogno di stampanti nella vita e dunque ogni progresso tecnologico è benvenuto. In questo campo l’ultimo arriva da Panasonic, che ha presentato la serie DP-MB500  contraddistinta da vantaggi importanti quali un basso costo, alta velocità e minimo ingombro. Insomma il tutto per una maggiore efficienza e rapidità, con l’aggiunta che il consumo dell’inchiostro – il vero costo delle stampanti moderne – si riduce sensibilmente: grazie alla modalità di stampa rapida fronte-retro (la stampante MP545  è in grado di produrre e copiare fino a 45 pagine al minuto sia appunto in modalità fronte-retro, sia solo fronte) e all’utilizzo di materie prime ad alto rendimento viene abbattuto al minimo l’uso di carta e toner e al contempo l’esigenza di interventi di manutenzione. La serie monocromatica raggiunge una capacità di 1.750 fogli, con un volume di stampa mensile raggiungibile di un totale di 150.000 pagine.  DP-MB500 supporta anche la connessione WiFi e dunque può essere comandata via app per stampare contenuti anche da dispositivi portatili, sia che si trovino alla scrivania che fuori ufficio. Un’esclusiva funzionalità prevede, infine, la possibilità di proteggere documenti contenenti informazioni sensibili tramite password.

 

Tag: , , , ,