IMG_0952Quello che leggerete sotto è quanto capiterà nelle vostre tasche se possedete un iPhone. Oppure nelle vostre mani se avete un iPad. E’ insomma il comunicato di Apple che riassume tutte le novità presentate alla WWDC l’altra sera da Tim Cook e i suoi manager: mi limito per ora a iOs10, in altro post riassumerò anche come cambieranno watchOs, tvOs e macOs. Oltre però alla lettura del comunicato aggiungo anche qualche considerazione. Innanzitutto è la prima volta che Apple organizza un keynote senza che appaia un nuovo prodotto: è la chiara dimostrazione che la strada presa da Cupertino è quella di aumentare la potenza del sistema in un momento in cui i device soffrono problemi di crescita. Questo vale per tutte le aziende: smartphone, tablet e affini sono diventati così potenti e così vicini alla perfezione che inventare qualcosa di nuovo è diventato arduo. Non puoi farli più sottili, più potenti, più brillanti se ormai sono già sottilissimi potentissimi, brillantissimi. Per questo insomma Apple si è dedicata in toto ai sistemi operativi nei quali – come sempre – ci sono nuove funzioni che davvero semplificheranno l’uso  e altre che forse dimenticheremo presto. Per esempio: Siri è stato potenziato e diventerà presto di uso ancor più comune, si sta cercando di fare lo stesso con il 3D Touch (che ancora non ha sfondato), Game Center è stato eliminato perché non ha avuto successo. Insomma, il mercato dirà, perché durante le presentazioni i gridolini a comando (che questa volta hanno sfiorato il grottesco sul lancio  di applicazioni, ancor prima di capirne l’utilizzo) dicono che va sempre tutto bene. Di sicuro Apple sta cambiando pelle, e questo è evidente: Tim Cook vuole un’azienda diversificata nei modi e nelle persone, e sono completamente d’accordo con il collega del Corriere della Sera Paolo Ottolina (lui fortunato presente sul posto) nel dire che uno dei colpi ad effetto è stata la presenza sul palco di Bozoma St John (nella foto), responsabile di Apple Music arrivata da Beats, che ha stravolto la regia del keynote facendo battere le mani alla platea a ritmo di “Rapper’s Delight” degli Sugarhill Gang. Bozoma è il simbolo dell’azienda che vuole Cook, piena di gente e idee diverse e capaci di salire sul palco ad attirare l’attenzione. Questo comporta, come lato un po’ negativo, che ultimamente i keynote sono diventati lunghi, troppo lunghi: a forza di far parlare tutti si è superati le due ore. E appunto non c’erano prodotti. E dunque: forse sarebbe meglio tornare ad accorciare un po’ i tempi, in ogni caso Apple adesso è questa e il suo futuro non può che essere diretto sui servizi con l’obbiettivo di rianimare il mercato delle applicazioni e degli sviluppatori. Certamente sentire citare un sacco di volte “terze parti” fa arricciare i peli ai puristi, ma visto che per anni l’accusa a Cupertino era quella di essere un sistema troppo chiuso adesso è l’ora di seguire l’onda. Perché poi, come sempre, va a finire che ha ragione Cook.

Ecco le novità così come le ha annunciate Apple

Messaggi personali ed espressivi

Messaggi è l’app iOS usata più frequentemente, e con iOS 10 è ancora più espressiva e divertente grazie ai nuovi modi personalizzati e animati di mandare messaggi ad amici e parenti. Messaggi include animazioni evolute, come palloncini, coriandoli o fuochi d’artificio che possono occupare l’intero schermo per festeggiare in maniera divertente un’occasione speciale; messaggi scritti con l’inchiostro invisibile, che appariranno solo quando il destinatario ci passerà il dito sopra; e, per un effetto ancora più personale, messaggi scritti a mano. Grazie ai suggerimenti automatici è più facile sostituire le parole con le emoji, Tapback permette di rispondere velocemente con un semplice tap e rich link che consentono di vedere i contenuti online e di riprodurre musica, video e tanto altro senza abbandonare la conversazione. iOS 10 porta tutta la potenza dell’App Store in Messaggi, offrendo agli sviluppatori la possibilità di creare modi nuovi e divertenti di comunicare in un thread di messaggi, fra cui sticker da staccare e incollare nella conversazione e la capacità di personalizzare rapidamente le GIF o modificare le foto, inviare pagamenti o fissare un appuntamento per una cena o un cinema, il tutto direttamente dall’app Messaggi.

Siri apre agli sviluppatori
In iOS 10, Siri sarà ancora più potente e potrà fare ancora più cose, grazie all’interazione con le app preferite degli utenti. Per la prima volta, gli sviluppatori potranno integrare l’intelligenza di Siri e permettere agli utenti di interagire direttamente con le app usando la voce. SiriKit aiuta gli sviluppatori a progettare facilmente app che funzionano con Siri per inviare messaggi, telefonare, cercare foto, prenotare viaggi, effettuare pagamenti e allenarsi, oppure usare Siri per controllare le app CarPlay, accedere ai comandi del climatizzatore o regolare le impostazioni della radio con le app delle case automobilistiche.

App Mappe splendidamente ridisegnata
Mappe in iOS 10 ha un nuovo, splendido design, che la rende ancora più facile e intuitiva da usare. Ora aperta agli sviluppatori con nuove estensioni, può integrare funzioni di prenotazione da app come OpenTable, mentre servizi come Uber e Lyft permetteranno agli utenti di organizzare gli spostamenti più facilmente, senza mai lasciare l’app Mappe. Mappe è ancora più smart grazie ad una nuova intelligenza che fornisce proattivamente le indicazioni per raggiungere la destinazione verso cui è più probabile che l’utente voglia andare, calcolata in base alle sue abitudini o agli appuntamenti nel calendario. Dopo aver pianificato l’itinerario, Mappe può cercare lungo il percorso benzinai, ristoranti, bar e altre attività lungo la strada e fornire una stima di quanto le pause influiranno sulla lunghezza totale del viaggio.

Riscoprire Memories in Foto
Foto in iOS 10 aiuta gli utenti a riscoprire i momenti più belli e magari dimenticati, mettendoli automaticamente in evidenza in Memories. Memories esamina tutte le foto e tutti i video degli utenti e trova gli eventi più significativi e dimenticati, o le persone e i viaggi, per poi riproporli in una bellissima raccolta. Una Memory contiene anche il MemoryMovie, un video montato in automatico e completo di musica, titoli e transizioni.  Memories utilizza la visione artificiale avanzata per raggruppare negli album le persone, i luoghi e gli oggetti nelle foto, grazie al rilevamento on-device di volti, oggetti e ambientazioni. Questa intelligenza dà nuova vita a Memories e alle relative foto, in un modo del tutto personale e significativo per l’utente, pur tutelandone la privacy.

App Home per una domotica più semplice
L’app Home è perfettamente integrata in iOS e offre un modo semplice e sicuro di configurare, gestire e controllare le apparecchiature di casa da un unico posto. Gli accessori possono essere gestiti individualmente o raggruppati per scenari, in modo da poter lavorare insieme con un solo comando e poter essere controllati con Siri. Inoltre, possono essere controllati da remoto oppure configurati per la domotica con Apple TV, per rispondere con trigger automatici impostati in base a ora, luogo o azione. Il supporto per HomeKit continua a essere ampliato a livello globale, con quasi 100 prodotti di domotica ad averlo adottato quest’anno, portando sull’app Home il supporto per termostati, sistemi di illuminazione, tende, chiusura porte, videocamere e tanto altro. Più avanti nel corso dell’anno, i principali costruttori edili come Brookfield Residential, KB Home, Lennar Homes e R&F Properties, inizieranno a integrare molti di questi dispositivi HomeKit nelle nuove case.

Design completamente nuovo per Apple Music e News
Apple Music ha un nuovo design che rende ancora più chiaro e intuitivo ogni aspetto dell’esperienza. Usa una lingua di design innovativa che mette la musica al centro dell’attenzione e una nuova struttura con cui è più facile navigare e scoprire nuova musica. Le tab Library, For You, Browse e Radio sono state interamente riprogettate per un’organizzazione ottimizzata ed è stata aggiunta la tab Search per trovare ancora più facilmente la musica preferita. Tutti questi cambiamenti contribuiscono a dare forma a un design chiaro e intuitivo. iOS 10 include inoltre un’app News riprogettata, con una nuova sezione For You organizzata in sezioni distinte, che semplificano l’individuazione di articoli, il supporto per le notifiche delle breaking news e gli abbonamenti a pagamento.

Esperienza iOS
In iOS 10, sarà più facile e veloce che mai accedere alle informazioni di cui gli utenti hanno bisogno. Raise to Wake riattiva in automatico lo schermo quando si solleva l’iPhone, così sarà più facile vedere a colpo d’occhio tutte le notifiche, direttamente dalla schermata di blocco. Basta sfiorare o premere per accedere alle notifiche, alla vista Oggi e al Centro di Controllo, mentre una maggiore integrazione del 3D Touch con iPhone 6s e iPhone 6s Plus semplifica ulteriormente l’interazione con le app.

Altre funzioni di iOS 10
• L’intelligenza di Siri offre nuove funzioni QuickType, fra cui le predizioni contestuali per informazioni rilevanti basate su posizione, disponibilità nel calendario o contatti; e la scrittura predittiva supporta più lingue senza bisogno di cambiare tastiera.
• L’app Telefono integra ora le chiamate VoIP di terze parti, la trascrizione dei messaggi vocali e una nuova estensione ID chiamante per gli avvisi di spam.
• Gli aggiornamenti delle app integrate riguardano la split-view di Safari per iPad, la collaborazione in  Note e l’editing delle foto Live.
• Ora è possibile usare Apple Pay per fare acquisti in maniera facile, sicura e privata sui siti web aderenti utilizzando Safari, oltre che per i pagamenti nei negozi e in-app.
• Bedtime Alarm nell’app Orologio permette di impostare un programma regolare di sonno e ricevere promemoria quando è il momento di andare a dormire.

Privacy in iOS 10 
La sicurezza e la privacy sono elementi fondamentali nella progettazione dell’hardware, del software e dei servizi Apple. iMessage, FaceTime e HomeKit usano una codifica end-to-end per proteggere i dati degli utenti, rendendoli illeggibili daApple e da terze parti. iOS 10 usa l’intelligenza on-device per identificare persone, oggetti e ambientazioni in Foto, e per i suggerimenti di QuickType. Servizi come Siri, Mappe e News inviano dati ai server Apple, che non vengono tuttavia usati per creare profili degli utenti. A partire da iOS 10, Apple userà una tecnologia chiamata Differential Privacy per aiutare ad individuare gli schemi di utilizzo di un gran numero di utenti, senza però compromettere la privacy del singolo. In iOS 10, questa tecnologia aiuterà a migliorare i suggerimenti di QuickType e emoji, i suggerimenti di deep link in Spotlight e i Lookup Hints in Note.

Tag: , , , ,