Come in un film concludo la trilogia su Samsung con una parte del comunicato che l’azienda ha mandato riguardo all’iniziativa Maestros Academy che già da qualche anno sta portando avanti. Tutto questo si lega al discorso fatto per il caso Note 7, ovvero spiega come la tecnologia abbia diverse facce: quella di prodotto che macina device su device di 6 mesi in 6 mesi e quella che aiuta tutti noi a gestire il passato per entrare nel futuro. La fretta a volte può fare danni, iniziative come queste però raccontano il perché queste aziende sono per noi sempre più importanti. E per uno smartphone – seppur di grido – che va in fumo, c’è una strategia complessiva che ci farà stare meglio.

“Samsung presenta #artigianipertradizione, la nuova edizione di Samsung Maestros Academy, il progetto nato per valorizzare l’artigianato italiano attraverso l’innovazione tecnologica e per dare voce ai maestri e al loro sapere, dando al contempo l’opportunità ai giovani di apprendere i segreti e le tradizioni delle botteghe artigiane che hanno reso l’Italia famosa nel mondo. Il Made in Italy da sempre è sinonimo di creatività, eccellenza, ma anche di tradizione e valorizzazione del dialogo generazionale come fonte costante di arricchimento.#artigianipertradizione vuole dare risalto all’importanza del tramandare i saperi artigiani di generazione in generazione, per salvaguardare da un lato questa immensa eredità culturale – sostenendone lo sviluppo – e dall’altro guardare al futuro investendo sui talenti artigiani di domani, combinando in una miscela straordinaria e inimitabile passato e futuro, tradizione e innovazione, affidando dai padri ai figli i segreti del Made in Italy. In un Paese come l’Italia che vanta la più celebrata tradizione della bottega artigiana e l’eccellenza della produzione manuale, dove il ‘saper fare’ rimane un ingrediente imprescindibile, la contaminazione con i nuovi saperi tecnologici rappresenta un formidabile strumento di crescita e innovazione.

Italjet e Gde Bertoni i nuovi volti di #artigianipertradizione
Samsung Maestros Academy vuole raccontare storie che possano essere fonte di ispirazione e di tenacia; e i Maestri rappresentano proprio queste vite ispirate ad una passione e a un sogno “familiare” che è diventato realtà. La passione per l’artigianato e il valore dell’innovazione contraddistinguono i Maestri che quest’anno sono entrati a far parte di Samsung Maestros Academy: Massimo Tartarini, che racconta un’inarrestabile passione italiana per le due ruote con l’e-bike di Italjet, e Valentina Losa, i cui trofei e medaglie artigianali portano oggi in tutto il mondo il marchio Gde Bertoni. Entrambi sono riusciti a coniugare perfettamente l’alchimia del sapere tradizionale con innovazione e tecnologia, mantenendo inalterato il valore del brand. Passato e tradizione dialogano così costantemente con il futuro, dettando le regole per dare continuità all’artigianalità italiana e a promuoverla nel mondo. Massimo Tartarini sarà portavoce della storia di una famiglia nata in mezzo ai motori e appassionata delle due ruote, che combina da oltre cent’anni tradizione con ricerca innovativa, e illustrerà nelle sue lezioni i segreti per realizzare un’e-bike tra passione, creatività e velocità. Valentina Losa svelerà i segreti dell’artigianato 2.0 e racconterà una storia che nasce agli inizi del 900 e si tramanda per tre generazioni mentre nei laboratori di famiglia prendevano forma alcuni tra i trofei più leggendari al mondo: la Champions League, l’Europa League e la mitica Coppa del Mondo. Queste storie di successo sono state possibili scommettendo su tradizione e innovazione: un incontro, questo, che si è tradotto non solo attraverso l’utilizzo delle più moderne tecnologie di rendering e stampa 3D, ma anche e soprattutto nel conservare l’artigianalità, l’artisticità, il creare manualmente oggetti irripetibili e inimitabili.

 La valorizzazione dei talenti: i Corti realizzati da Officine@IED svelano i segreti del tramandare di padre in figlio
Dalla costante attenzione di Samsung nel promuovere il valore dell’artigianato 2.0 e dalla consolidata collaborazione con Officine@IED nasce, per questa edizione di Samsung Maestros Academy, i Corti: un progetto che ha impegnato gli studenti dello IED nel realizzare tre cortometraggi che raccontassero con suoni, parole e immagini, il valore del confronto tra generazioni. Le tre aziende ritratte sono state scelte come perfetti esempi di una eccellenza del Made in Italy e del connubio tra abilità manuale ed evoluzione tecnologica. Sono le belle storie di innovazione nell’artigianato, un rinnovamento inteso come capacità di esprimere le proprie idee realizzando un prodotto unico e irripetibile al mondo. Vitale Barberis Canonico, una delle aziende più antiche del mondo che produce tessuti pregiati; La Rosa, azienda produttrice di manichini di alta gamma; i Maestri Coltellinai, della famiglia Saladini: tutti raccontano il passaggio generazionale come costante ricerca di equilibrio tra tradizione e innovazione. Una narrazione emozionale che mette in rilievo la freschezza e la vitalità di idee delle nuove generazioni, insieme alla lungimiranza e alla solidità della tradizione.

Un dialogo tra tradizione e innovazione con ambasciatori d’eccezione: le testimonianze di Missoni e Zegna
La moda rappresenta da sempre l’emblema del Made in Italy, terreno privilegiato di ricerca, sperimentazione e stile. Proprio due grandi personalità del mondo della moda saranno i nuovi ambassador dell’edizione 2016. Gildo Zegna e Angela Missoni hanno reso l’artigianato italiano famoso in tutto il mondo grazie all’arte del tramandare di padre in figlio e racconteranno la loro esperienza, il valore dell’innovazione e l’importanza del confronto generazionale, per investire nel futuro all’insegna di evoluzione e continuità. Tutte le lezioni dei maestri di Samsung Maestros Academy sono online sul sito www.maestrosacademy.it“.

Tag: , , , ,