imageIl caso Uber non è solo una lotta tra tassisti e Ncc: è il chiaro esempio di come la tecnologia sta cambiando il mondo dei servizi e di come questo cambiamento comporti anche una serie di problemi che vanno affrontati seriamente. Il progresso insomma è inevitabile e la nascita di nuove iniziative amplia ancor di più il numero dei settori coinvolti dalla rivoluzione del Terzo Millennio. Per esempio quello del food, nel quale – anche in questo caso – aumentano i servizi di consegna a domicilio ponendo dunque questioni pratiche sull’inquadramento di chi vi presta opera. Tutto ciò per dire che una classe politica serie dovrebbe mettere al numero uno in agenda la trasformazione digitale del lavoro e la sue regole, anche perché quello che sta accadendo è sotto gli occhi di tutti, e parlo anche per esperienza personale: ogni cena consumata in ufficio per un turno di notte è ormai accompagnata da una ricerca di cibo tra le varie app come Just Eat, Foodora, Uber Eats. Ricerca semplice e pratica, tra l’altro con a disposizione una numerosa varietà di locali di qualità. E i numeri parlano chiaro, ad esempio quelli appena usciti da Deliveroo che dopo sei mesi di apertura del servizio business conta già 150 aziende aderenti.

Deliveroo fa sapere che tra i più affezionati ci sono i professionisti di banche d’investimento, studi legali, showroom e agenzie di marketing e comunicazione e che la cena in ufficio (al 62%) supera il pranzo (al 38%). Inoltre la curiosità è anche sui piatti più ordinati, ovvero i bocconcini di pollo alla milanese e mozzarella di bufala, seguiti dall’americana Ceasar salad, il sushi giapponese e il pollo al curry indiano. Nel mondo il servizio è stato scelto da grandi gruppi quali Facebook, The LADbible Group e Stripe e in Italia ci sono i più importanti studi legali e banche d’investimento delle città in cui Deliveroo è attivo, come Linklaters e Alibaba. In pratica: grazie ad app come questa, sta per andare in pensione il buono pasto (con tanti ringraziamenti a chi sta subito dietro all’animato gruppo armato di ticket che si divide il conto alla cassa) grazie alla comodità di poter ordinare fino a 48 ore prima e alla rapidità nelle consegne. E in più Deliveroo for Business per esempio mette a disposizione un account aziendale di riferimento gestito dall’amministrazione che concede al proprio personale un budget da destinare – tramite gli account personali – alle ordinazioni per il pranzo o la cena in ufficio. Insomma: è la “schiscetta” del Duemila. E per chi non conosce il milanese basta provare a ordinare per capire il concetto.

Tag: , , , ,