Il concetto di start up in questi anni si è un po’ allargato: qualsiasi iniziativa imprenditoriale è stata etichettata come tale, dimenticandosi che invece “start up” deve legarsi indissolubilmente con l’innovazione. Insomma in Italia siamo ancora nell’era della trasformazione e così pure il concetto di crowfounding sta faticosamente cercando di prendere piede. In questo caso si parla di equity crowfounding (si investe in un’idea per acquistare una quota della futura azienda) e sulla piattaforma CrowFoundMe ci sono idee molto interessanti. Di queste eccone un paio che vale la pena di segnalare.

BlooveryBLOOVERY Di app ce ne sono tante, ma quella per “dirlo con un fiore” in Italia mancava. Ecco allora che la startup milanese Bloovery ha messo a punto una tecnologia per inviare rose e bouquet, in un minuto, dal proprio smarthphone. Un servizio che presenta funzionalità tipiche dell’e-commerce, basato su semplicità di accesso in mobilità, grazie all’applicazione e al chatbot su Facebook Messenger, rapidità di acquisto con pochi click, scelta dei fiori guidata, creazione di un messaggio digitale testo/immagine/video che accompagnerà i fiori, garanzia di puntualità, conformità e qualità delle consegne. Agli indecisi o ai profani di florovivaistica Bloovery inoltre suggerisce l’omaggio da regalare: il cliente indica il motivo per cui invia i fiori, scegliendolo da una lista predefinita (per esempio: “ti amo”, “mi dispiace”, “auguri”) e il catalogo presenta soltanto una selezione di proposte adatte a quell’esigenza; oppure può affidarsi totalmente all’applicazione, con l’opzione “lascia fare a noi”. Bloovery sta per concludere una campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma  CrowdFundMe (www.crowdfundme.it), puntando a un obiettivo economico di 60mila euro (per dire, gli inglesi di Foolm hanno raccolto 500mila sterline), per estendersi da Milano in tutta Italia e potenziare i canali di vendita, con lo sviluppo della versione Android, del sito web, ottimizzato per accesso da smartphone e di un sistema completo di messaggistica che trasforma il classico bigliettino cartaceo, che accompagna da sempre i fiori, in un messaggio digitale in diversi formati, videomessaggio compreso. Per informazioni: www.crowdfundme.it/projects/bloovery/

WineliveryWINELIVERY E’ l’ “enoteca da divano”, disponibile via app (iOS e Android) e sito, per ricevere a casa, in meno di 30 minuti,  vino e bibite. Sulla piattaforma CrowdFundMe ha raccolto 150mila euro, a fronte di un obiettivo di 50mila: cifra che sarà impiegata per estendere il servizio da Milano – da cui è partito nel marzo del 2016 – ad altre città italiane ed estere, prima tra tutte Bologna, dove sbarcherà a settembre, per incrementare il personale operativo e la flotta dei driver, ampliare l’offerta dei prodotti, affittare nuovi magazzini e potenziare il marketing. Winelivery consente di ordinare e ricevere tra le mura domestiche, tutti i giorni dalle 10 alle 2 di notte, ciò che si desidera bere, alla giusta temperatura di degustazione, scelto all’interno di una selezione di circa 1.500 referenze tra vini, birre artigianali, liquori, distillati e cocktail kit (che includono anche il ghiaccio). E per le occasioni speciali le  consegne  possono anche essere personalizzate e impreziosite con dei dettagli, su richiesta del cliente.cWinelivery finora ha venduto circa 8mila bottiglie, con una media di 1.500 al mese e il prosecco che si aggiudica la palma delle preferenze, conta 5mila utenti iscritti, oltre 5.500 app scaricate e ha recentemente stretto delle partnership con importanti realtà del vino e non soltanto, come Civiltà del Bere, Astoria Wines, Collina dei Ciliegi, Moet & Chandon, Tenuta Travaglino. Per informazioni www.winelivery.com.