IMG_1270C’era molta attesa, e d’altronde era ovvio: ormai ogni versione del Galaxy di Samsung, arrivata adesso alla S9, crea per gli amanti del sistema Android lo stesso interesse che smuove l’iPhone per gli iOs dipendenti. Una concorrenza sicuramente stimolante per entrambe le aziende, anche perché il voro motivo del mercato degli smartphone oggi, è capire come aggiornare i modelli cercando di proporre qualcosa di veramente nuovo. Per questo insomma la fiera di Barcellona ha aperto con una gremitissima conferenza della casa coreana, per il vero lancio principale di questa edizione del Mobile World Congress. Avendo potuto fortunatamente visionare l’S9 e l’S9+ qualche giorno prima con calma, e dunque ecco le prime sensazioni.

LA FOTOCAMERA
E’ il vero passo avanti di S9 rispetto al modello precedente. Diciamo che adotta le migliorie apparse nel Note 8, con una doppia fotocamera posteriore nella versione Plus e un sensore Super Speed Dual Pixel con potenza di elaborazione e memoria dedicate, in grado di combinare fino a 12 fotogrammi in un solo scatto. In pratica è la migliore qualità fotografica possibile presente sul mercato (in attesa del rilancio dei rivali di Huawei, qui presenti solo con pc e smartphone) e gode anche di un innovativo obbiettivo a doppia apertura focale (F1.5-F2.4) che consente di ottenere immagini nitide anche in condizione di luce molto scarsa. E credetemi: scarsissima, quasi nulla. E’ insomma questa una delle caratteristiche che fa più impressione, così come davvero interessante il Super Slow Motion incluso in entrambi i modelli: acquisisce il video a 960 fps (un vero record) con rilevamento automatico del movimento, una funzione intelligente che analizza un fotogramma e inizia a registrare automaticamente. L’utente insomma deve solo decidere l’inquadratura, ed è pure divertente la possibilità in post produzione di inserire una musica di sottofondo (tra 35 brani preimpostati o dalla propria playlist), così come creare, modificare e condividere file GIF o far scorrere il video al contrario. Provate, come abbiamo fatto noi, a riprendere un palloncino pieno d’acqua che si rompe e capirete la sorpresa.

IMG_1268MY  EMOJI
Diciamo che qui ci era già arrivato qualcuno, comunque si tratta di una funzione molto simpatica: è possibile creare un avatar con aspetto, suoni e comportamenti del tutto simili a se stessi. Galaxy S9 e S9+ utilizzano un algoritmo di apprendimento automatico che analizza un’immagine 2D dell’utente e mappa più di 100 caratteristiche facciali per creare un modello 3D che rispecchia e imita le sue espressioni: si può usare per una vera personalizzazione, per condividere gli stati d’animo non solo in video, ma anche utilizzando file in formato AGIF per condividere gli emoji sulla gran parte delle piattaforme di messaggistica.

IMG_1264BIXBY
L’assistente personale di Samsung migliora e impara sempre di più. Grazie alla realtà aumentata e alle tecnologie di deep learning fornisce in tempo reale informazioni utili sull’ambiente circostante, generando informazioni direttamente nella parte superiore dell’immagine che la fotocamera sta inquadrando. Il tutto si traduce in informazioni di monumenti e luoghi, di spiegazioni di ricette, ma soprattutto in un traduttore istantaneo davvero impressionante.

AUDIO E VIDEO
Samsung ha inserito nel suo smartphone degli altoparlanti stereo realizzati in partnership con AKG: il suono è da cinema e da concerto, anche grazie al supporto della tecnologia Dolby Atmos, per l’effetto surround. Il display è l’ormai noto Infinity con cornici sottilissime e risoluzione Quad HD+ Super Amoled, nei tagli da 5.8 pollici (S9) e 6.2 (S9+). Entrambi i modelli hanno la nuova app SmartThings, un vero l’hub centrale per la gestione di ogni oggetto connesso – a casa, in ufficio o in mobilità -, sia  che si utilizzino dispositivi Samsung oppure di altri produttori.

DeX
La base per trasformare lo schermo del Galaxy in un desktop sul proprio computer è cambiata in maniera più efficace: a posto dello scatolotto prima versione, ecco un vero è proprio pad sottile, che consente di usare l’S9 al posto del mouse ed anche (prima non era possibile) di poter utilizzare contemporaneamente il jack delle cuffie. Samsung DeX consente non solo di collegare uno schermo di grandi dimensioni al telefono, ma anche, grazie al nuovo sistema di alloggiamento, di espandere l’esperienza mobile con migliori funzionalità di modifica dei documenti o perfino giochi a schermo intero.

SICUREZZA
Detto che il sensore di impronta digitale è stato rimesso in posizione più consona (ci si arriva facilmente con l’indice sul retro), gli utenti possono contare su un livello di protezione elevato grazie a Knox 3.1, il più recente aggiornamento della piattaforma di sicurezza Samsung. Galaxy S9 e S9+ supportano tre diverse opzioni di autenticazione biometrica (riconoscimento dell’iride, delle impronte digitali e del viso) e la nuova funzione Scansione Intelligente che combinare in modo avanzato i punti di forza della scansione dell’iride e della tecnologia di riconoscimento del viso per sbloccare il telefono comodamente e in modo rapido in qualsiasi ambiente.

PROMOZIONE E MODELLI
Prima di chiarire i prezzi, c’è da fare un discorso su un mercato che propone novità ogni sei mesi alzando l’asticella della spesa. Diciamolo chiaro: chi per esempio possiede un S8 potrebbe avere delle perplessità di una cambio macchina un po’ costoso. Per questo Samsung ha allargato il discorso lanciando una promozione molto interessante: ad esclusione di Note 8 e di iPhone X, tutti i modelli di smartphone precedenti verranno valutati in prevendita online, con un meccanismo che consentirà di riavere fino a 450 euro indietro dopo la prenotazione di S9 e S9+. In pratica: ci si registra da ora fino al 15 marzo (ma chi lo farà entro il 6 marzo avrà il telefono in consegna il 9, ovvero con una settimana d’anticipo l’arrivo nei negozi) sul sito samsungmembers.it/prenotazionegalaxys9 , si risponde a qualche domanda sullo stato del proprio telefono, si conosce l’ammontare dello sconto, si consegna il device il giorno dopo a un corriere che arriva a casa a prenderlo. Entro 15 giorni, dopo le opportune verifiche, ecco il denaro sul conto corrente. Perché S9 e S9+ costano, ecco quanto.

S9 Display 5.8 in formato 18.5/9 Quad Hd+curved Amoled; fotocamera posteriore 12 mpx apertura f 1.5-2.4; fotocamera frontale 8 mpx apertura f 1.7; 4 Gb di Ram; memoria da 64 Gb espandibile di altri 400 Gb (novità) con micro Sd; batteria 3000 mAh; Android 8. Prezzo 899 euro.

S9+ Display 6.2 in  formato 18.5/9 Quad Hd+curved Amoled; dual camera posteriore con dual OIS12 mpx apertura f 1.5-2.4: quella grandangolare ha un Super Speed Dual Pixel da 12 mpx con autofocus, la telefoto è anch’essa da 12 mpx con autofocus;  fotocamera frontale 8 mpx apertura f 1.7; 6 Gb di Ram; memoria da 64 Gb espandibile di altri 400 Gb  con micro Sd; batteria 3500 mAh, Android 8. Prezzo 999 euro. 

I colori in arrivo sono Midnight Black, Coral Blue e il nuovo  Lilac Purple (davvero bellissimo), più avanti si aggiungeranno un oro e un silver. Così come in futuro arriverà anche la versione da 256 Gb, che dovrebbe avere un prezzo superiore di un centinaio di euro rispetto a quelle delle versioni a 64. Sinceramente, vista la possibile microSd da 400 Gb, si può anche evitare l’attesa. Ultima cosa: gli S9 e S9+ venduti con gli operatori saranno mono Sim, quelli invece “aperti” si presenteranno in soluzione ibrida, ovvero con l’alloggiamento della Sim e un altro che si può utilizzare per la microSd oppure per un’altra Sim. Non resta, a questo punto, che farsi tentare.

Tag: , , , ,