AccordoAmanti degli smartphone Android, sappiate che sta arrivando in Italia Xiaomi. E non passerà inosservata. Molto di più per ora non si può dire, almeno fino al mega evento in programma il 24 che sancirà il lancio dell’azienda cinese sul nostro mercato. Di sicuro c’è appunto che si partirà con i primi due modelli (leggete più sotto), che la tecnologia è alta (anche altissima) e che i prezzi faranno gola a molti (sempre più sotto). Questo perché Xiaomi in Cina produce tutto da sé, e quindo lo stesso modello di business verrà portato anche qui in Europa. Soprattutto la curiosità riguarda ai traguardi futuri di una compagnia che di sicuro non si fermerà solamente a vendere telefoni. Xiaomi infatti è impegnata a tutto tondo nella componentistica e nell’elettronica e non c’è dubbio che l’ampiezza dei prodotti che arriveranno in futuro allargherà il fronte del business italiano. Per dire, si parla (tra i tanti) di strumenti come i monopattini elettrici o  di apparecchi dedicati alla domotica. E soprattutto di accordi già in corso con una grande catena hitech e con un nome importante della grande distribuzione.

Per certo poi l’obbiettivo sarà avere uno store proprietario, ma mentre la ricerca del sito continua intanto ecco arrivare il primo accordo firmato. E’ di ieri infatti la notizia che Xiaomi a Wind Tre hanno siglato una partnership per proporre gli smartphone e i prodotti IoT nei negozi Wind e nei 3 Store. L’accordo si inserisce nell’ambito della recente alleanza strategica tra il Gruppo CK Hutchison, azionista al 50% di Wind Tre, e Xiaomi per la vendita di una gamma di smartphone e di prodotti IoT e lifestyle in tutte le divisioni telecom e retail di CK Hutchison nel mondo. L’accordo tra l’Ad di Wind Tre Jeffrey Hedberg e il  Senior Vice President di Xiaomi Wang Xang (nella foto la stretta di mano) prevede la vendita degli smartphone Mi MIX 2 e Redmi 5 Plus, anche in abbinamento alle offerte dei brand Wind e 3.

Riguardo alle caratteristiche Mi MIX 2, alimentato dalla piattaforma mobile Qualcomm Snapdragon 835, è dotato di un display da 5,99 pollici a schermo intero con formato 18:9, di un pannello posteriore in ceramica e di un design ricurvo sui quattro lati che si inserisce nel telaio in lega di alluminio. Redmi 5 Plus invece, sempre con formato 18:9, ha un  processore Qualcomm Snapdragon 625 octa-core con processo produttivo FinFET a 14nm, sensori a pixel di grandi dimensioni (1,25μm) per la fotocamera principale, luce frontale per i selfie, nonché una batteria integrata da 4000mAh a lunga durata. Wind propone i due smartphone con la formula “Telefono Incluso”, per i clienti con Sim ricaricabile o in abbonamento, anche con partita IVA. Mi MIX 2 è disponibile con rata a partire da 2 euro al mese, mentre Redmi 5 Plus ha una rata mensile di 0 euro.

Con 3, Mi MIX 2 e Redmi 5 Plus possono essere abbinati all’offerta “PLAY 15”, con rata mensile, rispettivamente, di 6 e di 4 euro. In alternativa, è possibile associare i due telefoni alle soluzioni “ALL-IN” di 3. Ad esempio, Redmi 5 Plus è incluso, con 0 euro di rata e un anticipo di 29 euro, con “ALL-IN Power”, l’offerta di 3 che prevede minuti illimitati, 1.000 SMS e 100 Giga con “GIGA Bank”,  servizio che consente di accumulare i Giga non consumati nel mese e di utilizzarli senza scadenza. Infine, per chi vuole invece acquistarli in un’unica soluzione, i prezzi sono  399,90 euro per la versione 6 Gb + 64 Gb del Mi MIX 2 e di 239,90 euro per la versione 4 Gb + 64Gb del Redmi 5 Plus. Come detto prezzi tutt’altro che banali.

 

Tag: , , , ,