HUAWEI MATE X (18)E’ il momento dei pieghevoli, ovvero dei dispositivi prossimi (molto prossimi) venturi. Così dopo l’apparizione del Samsung Galaxy Fold, è stato il turno di Huawei che ha chiamato tutti all’anteprima di Barcellona per mostrare al mondo il suo Mate X. Che anche in questo caso è stato accidentalmente (?) anticipato da un cartellone pubblicitario in preparazione nella città catalana. D’altronde Richard Yu, il numero uno mobile dell’azienda cinese, ha giustamente dato i numeri del successo del brand, che nel 2018 ha raggiunto la cifra di 206 milioni di device venduti. Puntando sull’innovazione estrema, che in molti casi ha guidato la trasformazione degli smartphone su mercato. Così, in attesa del lancio del P30 tra un mese a Parigi, ecco il grande annuncio. E allora: l’impressione è stata che ancora una volta il brand cinese si sia spostato molto avanti nell’innovazione, scegliendo una strada diversa rispetto a quella dei rivali. Niente apertura a libro, ma invece ecco due schermi che grazie alla piega inversa diventano uno: Huawei l’ha paragonata all’apertura alare di un falco. Questo permette di mantenere una dimensione davvero impensabile quando il device è aperto: gli 11 millimetri di spessore diventano 5.5, permettendo di tenere il Mate X anche con una sola mano.

hxGli schermi, a questo punto: quello principale è da 6,6 pollici 2480×1148, quello posteriore è un po’ più piccolo (6.38 con risoluzione 2480×958) e questo perché – quando il dispositivo è chiuso – compare sul lato una sporgenza dove sono incastonate le 3 fotocamere, con il risultato di poter fare foto davanti o dietro a seconda dello schermo che si usa. Aperto invece Mate X diventa un tablet da 8 pollici 248×2200, con possibilità di multitasking davvero esponenziali, con l’apertura dei due schermi vicini. L’altra novità è che il pieghevole di Huawei è già 5G e dunque, grazie al processore Kirin 980, quando le reti saranno pronte si potrà scaricare per esempio un film da 1 Gb in soli 3 secondi per poi goderselo sul grande schermo aperto. E’ un dual Sim (oppure si può mettere una Sim e una nanoSd), la batteria è da 4500 mAh e dovrebbe garantire durata grazie alle funzioni di risparmio, in ogni caso la ricarica è super fast: grazie a una presa da 55 watt in sola mezz’ora l’energia torna all’85 per cento. Ci sono dentro più di 100 brevetti, il risultato è sorprendente. Ovviamente alto il prezzo: 2299 euro per la versione 8+512 Gg (disponibile da metà 2019). Ma il successo è garantito: scommettiamo?

Contemporaneamente è stato mostrato anche il MateBook X Pro, il laptop con uno schermo 13 o 14 pollici completamente senza bordi che arriva in Space Gray e Mistic Silver e che è davvero un pezzo di design di alto livello: il display copre il 91 per cento della superficie, ha una ratio di 3:2 per allargare lo spazio verso l’alto ristetto a un 16:9 e rendere migliore la produttività, la sua risoluzione è di 3000×2000 260 ppi. Ovviamente è superveloce nei collegamenti, nel wifi e nel processore Intel Core i7 ottava generazione. Si accede con impronta digitale, ha quattro speaker per audio ad alta risoluzione con Dolby Atmos e una soluzione chiamata Huawei share che permette di condividere i file appoggiando lo smartphone vicino al trackpad con una velocità di 30 Mb al secondo. Inoltre scuotendo e toccando, si registra sul device ciò che sta andando sullo schermo del computer. Lo schermo è anche touch: con una serie di gesti si possono evidenziare immagini, tagliarle o editarle. Prezzo da 1599 a 1999 euro. Migliorano anche i Matebook 13 e 14, anch’essi con schermo touch ad altissima risoluzione e con batteria fino a 15 ore (per la versione 14), sempre con la fotocamera nascosta in uno dei tasti funzione che permettere di mantenere la privacy quando non è in uso. Anche loro hanno le nuove funzioni di condivisione del Matebook X Pro. Prezzi a partire da 999 e 1199 euro. Riguardo la connessione casalinga Huawei presenta il 5G CPE Pro, un router che trasmette il segnale della potente antenna interna e lo trasforma in un Wifi6: il piccolo di download è dichiarato 4.8 Gbps ed è ideale per tutti gli strumenti connessi che stanno conquistando le nostre case. In arrivo anche il 5G Mobile.

Tag: , , , ,