Non è più Apple contro l’Fbi. Non è nemmeno Bill Gates contro Apple, visto che il fondatore di Microsoft ha prima lanciato il sasso e poi ritirato un pochino la mano dietro la schiena. È davvero una questione epocale, filosofica, mondiale in un momento in cui l’era della tecnologia sta cambiando tutti gli orizzonti. In pratica dentro l’iPhone del terrorista autore della strage di San Bernardino c’è il nostro futuro: si può essere d’accordo con o contro Apple, ma la questione è più alta. Si può mettere a rischio il nostro privato a favore della sicurezza di tutti? E, soprattutto: in […]