Se guardiamo i numeri, lo spazio c’è. E questa è stata finora l’arma vincente di Wiko, il produttore di smartphone francese che ha conquistato clienti offrendo telefonini sotto i 200 euro con qualità da modelli più ambiziosi. Così adesso, secondo l’azienda, è arrivato il momento di alzare l’asticella, operazione che qualche concorrente ha già fatto. In pratica offrire al mercato device un po’ più costosi e ancor più performanti per rivitalizzare quella fascia media che probabilmente è quella che soffre un po’ più delle altre. In questo concetto dunque si pone il lancio del nuovo Wim, che arriva anche in […]