Torno da Trento, dove ho partecipato a una seminario organizzato da Euricse, con una piccola freccia in più nella faretra. In una fase che vede l’Europa traballare e che vede l’Italia quasi al centro di tale crisi epocale, è urgente la necessità di trovare risorse istituzionali e culturali di ogni genere, anche superando vecchie incrostazioni. E se tutto crollerà (come è possibile), in qualche modo bisognerà ripartire e allora è importante fin da ora sapere su cosa si potrà contare e quali strada converrà percorrere.