Dopo che la quaterna inflitta agli azzurri dalla nazionale spagnola ci ha evitato dosi massicce di retorica e patriottismo in salsa post-comunista, può essere opportuno interrogarsi su una questione di non poco conto, sottesa a molti dei discorsi fatti e sentiti nelle scorse settimane.