Le conseguenze dell’astensionismo

Come sempre, da decenni a questa parte, al termine di ogni tornata elettorale, non mancano i commenti sul sempre più ingombrante convitato di pietra della politica italiana (ma non solo): l’astensionismo. Anche le elezioni regionali di ieri, infatti, hanno proclamato il partito dei non votanti unico e vero vincitore. Se sui numeri non si può che essere d’accordo, tuttavia, è sull’esegesi del fenomeno che le interpretazioni di editorialisti e leader politici non sembrano più poter essere condivise senza suscitare qualche perplessità. Il mantra più diffuso, secondo cui si tratterebbe di “un dato su cui riflettere” e di un campanello d’allarme per i […]

  

La politica del non fare

Pochissime persone pensano di sapere come funzioni un iPad (né la cosa interessa loro), ma tantissime hanno un’opinione sull’articolo 18, sul global warming, sugli OGM, sulla colpevolezza di Alberto Stasi e sull’opportunità di abolire il Fiscal Compact. Perché? Sono problemi più “semplici”, rispetto a quelli che sottendono alla costruzione e programmazione di un iPad? Alcuni sì, altri probabilmente no. La caratteristica che li differenzia dagli esempi fatti finora è evidentemente che riguardano tutti noi (o, più cinicamente, che sono gestiti con soldi pubblici). Ma è davvero questo il senso della democrazia? Legittimare l’opinione di tutti su tutto, in nome del […]

  

Il blog di Giacomo Lev Mannheimer © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>