Ieri, il sindaco di Limoges – un comune nel centro della Francia – ha vietato la messa in scena di uno spettacolo teatrale a Dieudonné M’Bala M’Bala, controverso “comico” francese noto per le sue provocazioni antisemite e negazioniste. Non è la prima volta che a Dieudonné viene impedito di esibirsi e probabilmente non sarà l’ultima. Nell’ordinanza con cui ha sancito il divieto, il sindaco ha paventato “seri rischi per l’ordine pubblico”, spiegando che “la libertà di espressione non può giustificare l’antisemitismo, il razzismo, il negazionismo, l’incitamento all’odio e all’apologia del terrorismo”. A scanso di equivoci: considero Dieudonné un poveretto, un invasato […]