Passare in rassegna l’incredibile mole di sprechi della spesa pubblica italiana, ormai, non fa nemmeno più notizia. Se volete farvi del male, Wikispesa è un ottimo punto di partenza per comprendere quanto poco ragionevole (o, nel migliore dei casi, quanto ingenuo) sia il punto di vista di chi vede nelle tasse (indipendentemente dalla loro misura) semplicemente uno strumento imprescindibile per assicurare la sanità pubblica o costruire strade. Bruxelles, però, non è da meno. Altro che austerity. La presunta integrità morale che regnerebbe al di là delle alpi non sfiora il ruolo di assoluta preminenza che l’assurdo gioca nella politica economica europea. È un fenomeno, […]