Rivoglio il plastico. Qualsiasi. La casetta di Cogne, l’appartamento di Meredith o la villetta di Garlasco. Vanno bene tutti. Perché, nel loro spudorato e aberrante folclore televisivo, hanno un senso. Che non sono riuscita a trovare in quello che ho visto ieri sera su Raiuno: una puntata di Porta a Porta vestita a “Speciale” dedicata a Il Volo. Il look sportivo e il mood giovane di Bruno Vespa erano già un oscuro presagio. Poi c’erano Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, i tenori vincitori del Festival di Sanremo 2015. Quelli del “Grazie Italia” gridato a squarciagola dopo il trionfo […]