Perdona l’essere umano Kaos. Perdonalo per la sua vergognosa ingratitudine, per la sua cattiveria, la sua malvagità intrinseca. Tu, senza ricevere nulla in cambio se non una carezza dal tuo padrone, che ora ti sta piangendo, hai dato tutto te stesso per salvare vite umane. Quelle vite distrutte, una mattina d’estate ad Amatrice, da una catastrofe naturale. Un terremoto che aveva spazzato via in pochi istanti la normalità dall’esistenza quotidiana di tante persone, i loro sogni, i loro progetti. Per molte di queste persone eri stato tu il primo salvatore. Il loro eroe. E come ti ha ricambiato l’essere umano? […]