La vittoria del “sì” e il tramonto della parodia sovranista

Sono trascorsi solo pochi giorni dal voto referendario del 20 e 21 settembre. Un voto il cui esito ha confermato, come era tristemente prevedibile, la riforma sulla riduzione dei parlamentari. Una riforma, questa, che fa balzare l’Italia al primo posto, in Europa, nella poco invidiabile classifica per minor numero di deputati eletti ogni 100 abitanti. Nella camera bassa l’Italia avrà, dalla prossima legislatura, un deputato ogni 151.210 abitanti, davanti alla Spagna (uno ogni 133.312) e alla Germania (uno ogni 116.855). In termini assoluti, la nuova Camera, con i suoi 400 eletti, porterà l’Italia a posizionarsi ben dietro le cosiddette democrazie […]

  

Il taglio dei parlamentari. Una cretinata inutile. Anzi, dannosa

Da anni si discute di riduzione del numero, degli stipendi e dei privilegi della “casta” dei parlamentari. Se ne discute tanto che la parte meno strutturata dell’opinione pubblica si è in gran parte convinta che siano proprio queste le principali zavorre che gravano sul bilancio statale e che, nel tempo, hanno aggravato il debito pubblico. In realtà, però, quello che la gente non sa è che i costi della politica, considerando i conti dello Stato, costituiscono una parte infinitesimale degli stessi. Ridicola. Sostanzialmente ininfluente. Con la riduzione di deputati e senatori appena approvata dalla Camera, per capire meglio la misura […]

  

L’antipolitica, cavallo di Troia della tecnocrazia permanente

Uno spettro si aggira per l’Italia. È lo spettro della post politica. Concepita in fase embrionale agli inizi degli anni novanta con il crollo dei partiti tradizionali, cresciuta all’ombra della Seconda Repubblica e poi fattasi definitivamente forma di governo con l’esecutivo tecnico guidato da Mario Monti (2011-2013), la post politica è una realtà nella quale stiamo vivendo da qualche anno. Una realtà in cui ogni forma di alternativa ideologica o programmatica è stata annientata nel nome del pragmatismo che, nella neolingua orwelliana costruita ad arte dall’industria culturale organizzata (giornali, televisioni, case editrici), sottintende in realtà il principio del TINA, acronimo […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>