In tempi di dibattito su nazionalizzazioni e privatizzazioni e sull’influenza dei potentati economici nella vita politica nazionale c’è un libro che fa riflettere. È “Arricchirsi impoverendo. Multinazionali e capitale finanziario nella crisi infinita“. L’ultimo lavoro del politologo Giorgio Galli, scritto a quattro mani con Francesco Bochicchio ed edito da Mimesis è un pugno nello stomaco, uno di quei testi che lasciano il segno nella testa di chi li legge. Il segno dell’angoscia in questo caso. Un’angoscia claustrofobica poiché il saggio descrive, senza verbosi ornamenti ma con un minimo commento ai crudi numeri e fatti di storia economica degli ultimi anni, […]