Terremotati e senzatetto? Si fingano di colore. Magari funziona

Diciotti, SeaWatch. SeaWatch, Diciotti. Su qualsiasi canale ci si sintonizzi, qualunque quotidiano si legga, ormai sembra davvero che i problemi del Paese Italia si riducano a uno soltanto: i migranti. Eppure, grazie a questo ministro dell’Interno e in parte anche a quello precedente, gli sbarchi si sono drasticamente ridotti. Eppure ci sarebbero problemi ben più gravi di cui discutere: deindustrializzazione e fabbriche che chiudono, disoccupazione, precariato, perdita di influenza del Paese a livello internazionale, crisi geopolitiche. E invece no. Il tema sono sempre loro, i migranti. I giovanotti africani in fuga da guerre inesistenti (semmai in fuga dalla povertà indotta, […]

  

Un italiano su due sarà africano (o asiatico) entro il 2080. Per la gioia dei tecnocrati

Mentre tutti hanno ancora negli occhi l’acceso diverbio tra il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini e il suo quasi omologo (ha la delega agli Esteri) lussemburghese Jean Asselborn sui migranti, c’è chi stima che, stante l’attuale intensità dei flussi migratori, oltre il 50% della popolazione italiana potrebbe essere di origine africana e asiatica entro il 2080. La proiezione è stata realizzata dalla fondazione GEFIRA, che, attraverso un proprio programma, denominato Cerberus 2.0, ha tentato di calcolare, rispetto alle proiezioni demografiche dell’Eurostat e basandosi sul tasso di fertilità della popolazione italiana attuale, quanto potrà in futuro incidere la popolazione autoctona. LA PROIEZIONE […]

  

La sinistra piange per i migranti e schifa un servitore dello Stato

Un poliziotto. Anzi, un commissario di polizia. Un servitore dello Stato. Aggredito da una banda di africani, tra cui un ospite per “motivi umanitari”, in casa propria, a Catania, e ridotto a un bagno di sangue. Lui è Nuccio Garozzo e la sua storia è circolata sul web nei giorni scorsi. Eppure su di lui, a fronte delle prevedibili e giuste espressioni di vicinanza di una certa parte politica e dei suoi rappresentanti istituzionali, è calato un osceno e assordante silenzio da parte di quell’altra fazione politica. Sì, proprio quella. Quella pronta alle rumorose marce per i migranti della Diciotti, […]

  

Cretinismo sentimentale e ragione di Stato

È forse arrivato il momento che qualcuno lo dica, ai signori della sinistra. Ragione di Stato e buoni sentimenti non vanno a braccetto. E non devono neppure andarci. Da chi governa ci si attendono altre qualità. Il saper leggere le sfide del presente e del futuro, ad esempio, e il saper prendere decisioni conseguenti. Impopolari talvolta, ma necessarie. Tutta questa tiritera sulla bellezza dell’accoglienza, sul “restare umani“, sono cose che non riguardano la politica. Ne la gestione dello Stato. E comunque non riguardano gli italiani, che hanno ben altro cui pensare: secondo un rapporto Coldiretti nel 2017 sono stati 2,7 […]

  

Bugiardi senza vergogna

“I flussi migratori sono un fenomeno inarrestabile“, dicevano. “E’ colpa del clima, delle guerre, della povertà, delle carestie“, dicevano. “Ne arriveranno sempre di più, dobbiamo abituarci all’idea“, dicevano. Quante cose dicevano. Burocrati, politici, preti e giornalisti, tutti insieme. Anni di dibattiti, di discussioni. Miliardi di Euro l’anno investiti, tolti agli italiani più poveri, alla sanità, alla ricerca, alla scuola, alla cultura. Miliardi per ospitare ragazzotti africani negli alberghi, nelle villette private, gestite dalle solite cooperative. E poi richieste d’asilo, per la maggior parte rigettate, corsi e ricorsi lunghi decine e decine di mesi. Avvocati, giudici, tribunali, prefetti.         […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>