Era la solita massa di appecoronati acefali quella che ieri si è riunita, tra bandiere rosse e arcobaleno, in piazza San Babila per contestare il primo ministro ungherese, Viktor Orban, venuto a Milano per incontrare il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Non mancava nessuno. Da Fiano in giù. Ma cosa avrà mai fatto questo Orban? La sua colpa è forse quella di essere stato eletto da un popolo, quello magiaro, che dà la priorità al lavoro, all’interesse nazionale, piuttosto che all’accoglienza di bellimbusti africani in qualche albergo a spese dei contribuenti? Ebbene sì. Priorità cui lui, evidentemente, ha saputo negli anni […]