L’Italia va a destra. Senza bisogno del centro

Qual è il dato che emerge dai risultati delle elezioni europee in Italia? Ve ne sono diversi. Uno tra questi è che gli equilibri politici nella destra (soprattutto) e nella sinistra dello scacchiere sono profondamente cambiati. Gli italiani hanno, in primo luogo, punito la cosiddetta “moderazione”: l’hanno ripudiata, respinta, rifiutata. Le non posizioni e i tatticismi, per l’appunto, “moderati”, non pagano più in uno scenario che si sta sempre più polarizzando, uno scenario fatto di complessità crescenti e di mezzi di comunicazione che privilegiano i messaggi forti, decisi e semplificati e le prese di posizione nette. C’è lo spazio, alla prima tornata […]

  

E se Salvini tornasse all’opposizione?

Un Governo di centrodestra o completamente di destra, con, in ipotesi, il leader della Lega Matteo Salvini che, dopo un risultato esplosivo alle elezioni europee, abbandona il Movimento Cinque Stelle per tornare con i suoi alleati storici non solo non è possibile, ma è addirittura fantascienza, almeno al momento. Affermare il contrario significa, purtroppo, illudersi di qualcosa che non si può realizzare, se non passando dalle urne. L’Italia è infatti una repubblica parlamentare, dunque sovrano è il Parlamento. E questo, al momento, non garantisce i numeri per un esecutivo che contempli la sola alleanza tra la Lega e partiti di […]

  

Prospettive per un’Europa sovranista. E sovrana

Come deve o dovrebbe essere un’Europa sovranista? E che cos’è (o cosa dovrebbe essere) il vero sovranismo? Dare una risposta non è certamente semplice, perché il fenomeno si è presentato in maniera molto differente (e a dire il vero non sempre coerente) a seconda dei contesti. Ci hanno provato, nel loro energico pamphlet “Sovranismo. Un’occasione per l’Europa”, recentemente pubblicato da Historica Edizioni, tre coraggiosi autori: Fabrizio Fratus, sociologo e studioso comunitarista e noto per le sue battaglie anti-darwiniste, Vincenzo Sofo, opinionista televisivo e animatore del think tank filo-leghista Il Talebano, che ormai da qualche anno sostiene e a tratti guida […]

  

Asse Roma-Berlino: così Salvini può prendersi l’Europa

Un asse tra l’Italia e la Germania per il futuro dell’Europa? Lo ha ipotizzato Matteo Salvini durante l’incontro svolto ieri al Circolo della stampa estera di Roma. Tra le tante, questa dichiarazione è forse il segnale più importante di un cambio di passo per la politica estera della Lega salviniana, soprattutto nei confronti del consesso comunitario. Tale intenzione, insieme ai toni e ai temi espressi lo scorso sabato in piazza del Popolo, come ha giustamente notato Francesco Giubilei nel suo blog su IlGiornale.it, segnala infatti il passaggio netto da un sovranismo barricadero e fortemente antieuropeista a un atteggiamento da movimento […]

  

Craxi, Berlusconi e la Lega: se il problema è la democrazia

Accendendo la televisione su qualsiasi canale Rai e a qualsiasi ora si sente parlare, soprattutto male, del Governo. Qualsiasi trasmissione o talk show sembra essere uno spot elettorale fuori tempo massimo: salotti autoreferenziali dove i conduttori cambiano ma gli opinionisti sono sempre gli stessi. E pendono tutti dalla stessa parte. Uno potrebbe essere tentato di rifugiarsi nella carta stampata, nell’approfondimento. Macché. I primi due quotidiani più diffusi nel Paese stanno, abbastanza evidentemente, dalla stessa identica parte. Sempre la medesima, ovviamente. Per non parlare degli attori, dei cantanti, dei conduttori, degli scrittori (Saviano docet). Una faccia, una razza. Sempre e comunque […]

  

Nello scontro tra palazzo e dialettica incendiaria in gioco c’è la democrazia

Scatenando uno scontro istituzionale mai avvenuto prima nella nostra storia repubblicana, il Governo Conte sostenuto da Movimento 5 Stelle e Lega è morto prima ancora di nascere. Dal 1946 a oggi mai il Presidente della Repubblica aveva contestato la nomina di un Ministro, Paolo Savona nel caso specifico, per le proprie idee politiche. I pochissimi precedenti riguardavano fattori del tutto diversi, fattori più che altro di opportunità. Allo stesso tempo dalla fine del secondo conflitto mondiale a oggi mai la maggioranza parlamentare era arrivata a uno scontro così diretto, aperto e verbalmente violento con il Quirinale. A prescindere da qualsiasi […]

  

Un “renziano” per Lega e 5 Stelle: ombre e luci del Governo che verrà

Gli occhi di tutta Europa sono puntati su Roma. Oggi pomeriggio, prima Luigi Di Maio e in seguito Matteo Salvini sono saliti al Quirinale per sottoporre al Presidente della Repubblica il nome del premier della coalizione gialloverde. Si tratta del giurista Giuseppe Conte, 54 anni, pugliese, membro del Consiglio di presidenza della Giustizia amministrativa, una carriera di incarichi pubblici di peso, noto per l’amicizia con Maria Elena Boschi. E, anche se sembra un ossimoro, sarà lui, uomo di establishment e praticamente “renziano”, a dare l’avvio all’esperimento antisistema di Lega e Movimento 5 Stelle e a dover tentare (vedremo col tempo con […]

  

Mattarella e grillini tifano Bruxelles. Nel nome del Fiscal Compact

Utilizzando un paragone calcistico, metodo sempre utile a far breccia nel cuore degli italiani, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si era paragonato, pochi giorni fa, a un arbitro che si limitava a gestire il gioco delle squadre politiche nella difficile partita tra il centrodestra e il Movimento 5 Stelle per la formazione di un Governo. L’immagine che viene alla mente però, almeno in questo momento, non è quella di un sobrio paciere con fischietto e cartellini, ma piuttosto quella di un commissario tecnico, laddove il termine commissario, da cui il verbo “commissariare”, non potrebbe essere più calzante. Già, perché […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2023
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>