“La Gran Bretagna ha praticamente raggiunto la piena occupazione.(…) Una buona notizia? Fino a un certo punto: perché in realtà molte industrie ora stanno facendo fatica a trovare dipendenti e questo spinge verso l’alto i salari, intaccando i profitti delle aziende. Un meccanismo perverso, che rischia solo di essere esacerbato dalla Brexit“. L’autore di queste righe è Luigi Ippolito. Si tratta di un corsivo pubblicato nei giorni scorsi dal Corriere della Sera, l’organo ufficiale dell’élite borghese nazionale. E nulla meglio di queste poche ma significative parole può spiegare quale sia realmente il comune sentire dell’establishment “anti-populista” o “anti-sovranista”, che dir […]