Era il 9 marzo del 1952, all’ Avana si festeggiava il Carnevale con l’allegria dei poveri e il fasto dei ricchi nordamericani nel bar e nei casinò di Meyer Lansky e Lucky Luciano la mafia americana che controllava e governava di fatto l’isola. Ma non bastavano le mafie di li a poco ci sarebbero state elezioni e Fulgenzio Batista e l’ambasciata americana dubitavano della vittoria. E’ l’alba del 10 marzo quando I golpisti guidati da Rafael Salas Canizares, un assassino tenente della polizia motorizzata assaltano e occupano le principali caserme e istituzioni dell’Avana. Canizares morirà poco tempo dopo per un […]