Uscirà giovedì 18 giugno la prima vera Enciclica di Papa Francesco. È dedicata ai temi ambientali, all’attenzione al Creato, ma anche alla corretta alimentazione che passa per la tutela del Pianeta. E contrariamente a quanto finora emerso, l’Enciclica non si intitolerà “Laudato Sii”, ma – a quanto si apprende – “Laudato Sii, mi Signore”. Questo l’incipit della Lettera scritta da Papa Bergoglio e che già fa discutere. La vera dialettica che il Pontefice argentino affronta è passare da un concetto di sfruttamento della Terra a un’attenzione al Pianeta, per combattere l’antropocentrismo, ovvero l’uomo al centro, che sfrutta il Creato.

All’interno del corposo volume, che è ora in fase di traduzione, ci sarebbe una parte relativa al Cantico delle creature. “Laudato sii, mi Signore” è la frase iniziale della preghiera di San Francesco d’Assisi, una lode dell’intero Creato, considerato il testo più antico della letteratura italiana. Dopo aver assunto il nome del Poverello di Assisi, il titolo dell’Enciclica è un nuovo omaggio di Bergoglio al Patrono d’Italia. La comunità francescana della Basilica di Assisi esprime gioia e attenzione verso l’Enciclica in uscita, dedicata ai temi più cari a San Francesco, quelli dell’ambiente.

Un testo ricco di contenuto e con indicazioni concrete su come prestare cura e attenzione al Pianeta, “casa comune”. “Sono tanti gli editori all’estero che sono già interessati alla pubblicazione dell’Enciclica nei loro Paesi”, ha detto don Giuseppe Costa, direttore della Libreria Editrice Vaticana. L’Enciclica “Laudato sii, mi Signore” è la seconda di Papa Bergoglio, dopo la “Lumen Fidei”, scritta però a quattro mani con Benedetto XVI.

Twitter: SereNere76papa-enciclica

Tag: , , ,