“L’Italia potrebbe vivere solo di turismo” dicono a gran voce gli animatori del villaggio globale che nei giorni di ferie si trincerano nelle loro ville al mare o in montagna dove visitatori non ce ne sono, oppure in quei resort pluristellati nei Paesi del terzo mondo. Della serie: voi vi subite le invasioni barbariche, noi ci facciamo i viaggi elitari. Il turismo infatti è diventato un indice di sottomissione al colonialismo economico globale. Più i dati statistici legati ad esso sono positivi più un Paese potrebbe essere considerato come un luogo sottosviluppato e di sfruttamento dove i nuovi ricchi occidentali […]