La società islamica come l’Italia degli anni d’oro (’50 e ’60)

L’Italia degli anni Cinquanta si differenziava per la sua vocazione rurale, religiosa, provinciale, nella sua accezione positiva. L’Italia delle ritualità, delle processioni, dei miracoli, che dopo la catastrofe della guerra si preparava al giubileo proclamato da Papa Pio XII, con il tacito consenso del Partito Comunista Italiano. Il 24 giugno 1950, Maria Goretti, morta in uno stupro a soli dodici anni nel 1902, è proclamata santa e diventa improvvisamente simbolo della castità in un Paese ancora contadino minacciato secondo la Chiesa Cattolica, Apostolica e Romana, dal materialismo. “La famiglia alle madri, l’autorità ai padri, la verginità alle fanciulle” è l’espressione […]

  

Giorgia Meloni con lo chador nell’emirato di Giafar “il siciliano”

Se pesassimo i protagonisti su una bilancia la notizia verrebbe relegata nelle ultime pagine di un quotidiano nazionale. Eppure la querelle tra Angelo Attaguile, leader di “Noi con Salvini” in Sicilia e Giorgia Meloni merita di passare sotto la lente d’ingrandimento. Non tanto per il lancio fiabesco della candidatura di Pietrangelo Buttafuoco per archiviare l’esperienza di Rosario Crocetta, ma per il cretinismo politico e culturale raggiunto dalla segretaria di Fratelli D’Italia che in una nota sulla sua pagina Facebook ha rigettato la proposta ritenendo una cattiva idea candidare alla guida dell’isola una personalità che ha deciso di convertirsi all’Islam. “Credo […]

  

L’Eid, quella festa di fine Ramadam che sfida il terrorismo

Nel Corano non appare solo Gesù Cristo, adoratissimo profeta per i musulmani, ma anche l’Arcangelo Gabriele, che nell’immaginario islamico rivela a Maometto la “retta direzione e la via della salvezza”. Teologia vuole che a celebrare l’annuncio della rivelazione sia un digiuno (sawm) di una trentina di giorni, il Ramadan, durante il quale tutti i fedeli hanno il dovere morale di astenersi – dall’alba al tramonto – dal bere, mangiare, fumare e dal praticare attività sessuali. Un rituale che non si allontana tanto dalla Quaresima cristiana, quei quaranta giorni che precedono la morte in croce e che ricordano i quaranta giorni trascorsi […]

  

Il blog di Sebastiano Caputo © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>