Gli assidui lettori del Giornale se ne saranno accorti: in questo periodo sono impegnato per il mio lavoro di inviato, con un’inchiesta a puntate sul fronte più caldo dell’estate:  le strade e le autostrade dei vacanzieri. Disagi, insidie, pericoli, code e rallentamenti unite alle nuove tagliole dell’epoca moderna, rappresentate da autovelox e fotored. In tutta onestà, ho poco tempo per infilarmi sul tee di qualche buca uno della penisola perchè preferisco raccontarvi nel dettaglio come stanno le cose in quella diario di bordo che trovate nella pagine delle Cronache. Più che i courses, dunque, sono piuttosto i ricorsi di ogni estate, con l’aggiunta di qualche pericolo e di qualche sconsiderato in più sulle strade dell’esodo e del controesodo che albergano nei mie pensieri attualmente. Ma un’idea, dopo tanto peregrinare al volante mi è venuta: e se aumentassimo la segnaletica sui tracciati golfistici?[photopress:autovelox.jpg,thumb,pp_image] O se ci inventassimo nuovi cartelli del tipo: Attenzione campo  videosorvegliato! Oppure: score controllato elettronicamente! Per qualcuno sarebbe la fine e sarebbe costretto ad appendere la sacca al chiodo. Per altri, forse per molti altri , sarebbe finalmente l’inizio di una nuova epoca di serenità…e di buon gioco.