Ci sono cose che, quando accadono nel mondo del golf, andrebbero scolpite sulla pietra e lasciate lì, a futura memoria. A proposito di ciò che abbiamo appena scritto e commentato sull’ osteggiato corso dello sport verde per eccellenza in Sicilia sappiate, anzi sappiano una cosa i governanti dell’isola. Che la Corea del Sud ha deciso di offrire incentivi a chi costruisce campi di golf considerato che oltre 600 mila sudcoreani l’anno scorso hanno speso poco più di un miliardo di dollari all’estero per vacanze golfistiche. In altre parole il governo di Seul dice ai suoi cittadini: rimanete in patria a giocare golf e noi vi assicureremo che presto troverete più campi a vostra disposizione. Sarà la differenza di latitudine, forse, che cambia il modo di ragionare . Voi che ne dite?