cartelli-stradali.jpgFacciamo un gran parlare di golf aperto a tutti, di golf vicino a tutti. Di golf meno caro di altri sport e di golf che ha raggiunto i centomila tesserati, eppure c’è chi continua, con una perfidia quasi compiaciuta, a non farsi trovare. Mi spiego meglio: vi è mai capitato di passare accanto ad una campo da golf assolutamente per caso? Sì, vi è capitato, non dite di no. E sapete perchè? Perchè i cartelli che indicano un golf course vengono messi con una parsimonia encomiabile. Vengono distillati con il contagocce quasi fossero un nettare proibito ai più. In altre parole i circoli, almeno una parte di circoli ancfhe nuovi, anche nuovissimi  (quindi non solo i gloriosi, antichi e, comprensibilmente magari un po’spocchiosi club, come potrebbe obbiettare qualcuno) non vogliono farsi trovare, diciamolo. Ci vai e li trovi solo se li conosci. E quest’ ipocrisia francamente non la sopporto. Ma vi sembra che all’estero accada così?