molinari_francesco_2_grande-copia.jpgSì proprio così i due fratelli d’Italia del golf  Francesco ed Edoardo Molinari hanno firmato un’impresa memorabile. Lo straordinario anno straordinario del nostro golf italiano ha infatti inanellato l’ impresa numero 26  :  Edoardo e Francesco Molinari hanno vinto la Coppa del Mondo a squadre, disputata sul percorso disegnato dal campione spagnolo José Maria Olazabal, uno dei dodici campi del Mission Hills Golf Club, il mega resort tra le città di Shenzhen e Dong Guan in Cina. Gli azzurri, che hanno conquistato il trofeo per la prima volta, hanno segnato lo score di 259 colpi (64 66 61 68), ventinove sotto par, e grazie al 68 nel foursome finale hanno preceduto di misura l’Irlanda di Rory McIlroy e Graeme McDowell (260 – 58 68 64 70) e la Svezia di Robert Karlsson ed Henrik Stenson (260 – 64 65 62 69), campione uscente.  “Mi auguro – hanno detto all’unisono- che la nostra impresa venga apprezzata. Certo che questa volta l’abbiamo fatta veramente grossa…” Raggiante ovviamente il presidente federale Franco Chimenti: “In un anno assolutamente straordinario, questo è il successo più bello di tutti e io penso che ci ripeteremo. Io credo che siamo soltanto agli inizi di un grande ciclo, ma le 26 vittorie stagionali internazionali sono il prodotto di un paziente lavoro di costruzione che sta procedendo da anni e che ha visto mettere insieme tasselli importantissimi.”Alla gara hanno preso parte 28 compagini: 18 qualificate di diritto (tra le quali per la prima volta l’Italia grazie alla posizione di Francesco Molinari nel World Ranking, attualmente 37° mentre Edoardo è 63°), nove attraverso le tre qualifiche e la Cina quale paese ospitante. Il montepremi era di 5.500.000 dollari di cui 1.700.000 sono andati alla coppia italiana.In precedenza la miglior prestazione azzurra era stata firmata nel 1998 ad Auckland, in Nuova Zelanda, da Costantino Rocca e da Massimo Florioli: l’Italia arrivò seconda a due colpi dall’Inghilterra di Nick Faldo e David Carter, mentre Rocca fu secondo anche nell’individuale preceduto di un colpo dallo statunitense Scott Verplank.molinari-francesco.jpg