tiger-woods-elin.jpgTiger ha ritrovato la parola :Tredici minuti per rompere il silenzio. Per chiedere scusa a tutti, a cominciare  dalla moglie Elin. E per annunciare il ritorno al golf anche se non si sa quando non si dove. Tiger Woods è tornato a parlare a quasi 3 mesi  dallo scandalo che e ha imbrattato la sua immagine di un campione. Si è presentato alla Sawgrass Clubhouse di Ponte Vedra, in Florida. Occhi lucidi, pause teatrali alternate a quelle imposte dalla  commozione: «Ìm deeply sorry», «Mi dispiace moltissimo», ha detto a proposito delle relazioni extraconiugali che hanno messo a rischio la stabilità del suo matrimonio. Tra le 40 persone presenti in sala non c’era la moglie Elin Nordegren, l’ex modella svedese da
cui il campione ha avuto due figli. C’erano giornalisti e  amici del mondo del green  «Molti di voi, in questa stanza, sono miei amici. Molti di voi mi conoscono, hanno gioito per me, mi hanno sostenuto. Avete tutti il diritto di criticarmi ora. Voglio dirvi ora semplicemente che mi dispiace per il mio comportamento egoista. Avete tutto il diritto di criticarmi, vi ho deluso», ha detto Woods che ha monopolizzato per quasi un quarto d’ora i teleschermi di tutta America: tutti i network hanno trasmesso il messaggio del ’fenomenò, che ha scelto una giacca scura e una camicia chiara per la prima apparizione pubblica dopo il misterioso “incidente”del 27 Novembre che ha fatto crollare il Mito. Che facciamo ora? Prendiamo per buone le scuse e ricominciamo come se nulla fosse accaduto?