Diana Luna, a coronamento di un 2011 ricco di successi con due titoli open , il prossimo 23 Gennaio, verrà premiata in Campidoglio dal sindaco Gianni Alemanno con il titolo di “Atleta dell’anno”. Sarà la terza edizione del premio istituito da Roma Capitale per gli sportivi romani, le società e i dirigenti che più si sono distinti durante l’anno solare.Diana, che il 3 settembre compirà 30 anni, si sta già preparando per i due tornei in Australia (Australian Ladies Masters 2-5 febbraio; Handa Women’s Australian Open 9-12 febbraio) che apriranno la nuova stagione del LET.Malgrado le due vittorie e la buona serie di risultati, Diana non ha beneficiato di una “wild card” per la Solheim Cup, l’equivalente al femminile della Ryder Cup. Decisione poco comprensibile della capitana Alison Nichola probabilmente non serena nel fare le sue scelte, un paio delle quali veramente infelici come quelle della tedesca Sandra Gal e dell’inglese Karen Stupples, il cui bilancio personale è stato fallimentare anche se poi la selezione europea ha vinto (15-13). Da considerare che la Luna non è entrata in squadra attraverso l’apposita classifica (come nel 2009), poiché ha perso parte dell’anno 2010 per la maternità e quindi ha avuto meno gare a disposizione rispetto alle altre.Bene Diana! Davvero un bell’inizio di 2012.