Andrea Pavan è il “re” del Challenge Tour 2013. Al termine di una grande stagione il ventiquattrenne romano ha prevalso con largo margine nell’ordine di merito, grazie a due successi stagionali e a una serie di ottimi piazzamenti, ed è tornato a vele spiegare nell’European Tour acquisendo la prima delle 15 ‘carte’ che sono state assegnate ai migliori nella money list al termine del Dubai Festival City Challenge Tour Grand Final. La gara conclusiva del circuito, svoltasi sul percorso del Al Badia GC by InterContinental (par72) a Dubai, è stata appannaggio con 272 colpi (69 66 67 70, -16) dell’indiano Shiv Kapur, 31 anni di Nuova Delhi al secondo successo stagionale e in carriera, che con i 56.650 euro di prima moneta (sui 330.000 in palio) si è inserito in extremis tra i “magnifici 15”. Era in corsa per una ‘carta’ anche Marco Crespi, ma il monzese, 32° con 288 (73 73 74 68, par), ha concluso al 18° posto nell’ordine di merito mancando l’obiettivo per meno di 4.000 euro.Franco Chimenti, presidente della Federazione Italiana Golf, ha così commentato l’impresa del romano: “Sul successo di Andrea Pavan nella money list e sul suo ritorno nell’European Tour non avevo dubbi, ma la mia piena soddisfazione deriva dal fatto che siamo di fronte a un giocatore, peraltro molto giovane, di grande livello. Quanto ha espresso in questa stagione sta a dimostrarlo, ma sono certo che con la qualità di gioco raggiunta, unita all’esperienza che ha acquisito nel precedente passaggio sul circuito maggiore, sarà in grado di ottenere risultati notevoli”